Nino D’Angelo si risposa

“L’ho conosciuta che avevo 17 anni e lei solo 12. Cantavo ai matrimoni, lei mi venne incontro, non disse nulla, ma aveva una tale grazia che pensai: ‘Non ho mai visto niente di più bello, non so come e quando, ma la sposerò’. Ora, dopo 33 anni di matrimonio, Annamaria è la cosa più bella che mi sia capitata”. Nino D’Angelo lo racconta a Gente.

“Annamaria aveva 15 anni. Facemmo la classica fuitina -racconta il cantante- e rimase incinta. La Curia di Napoli non ci voleva sposare, ma riuscii a trovare un parroco di un paese alla periferia di Napoli che accettò. Ero così povero che gli addobbi della chiesa erano quelli di una coppia che si era sposata qualche ora prima.

Il ristorante lo pagai con le mance dei miei ‘concerti’ di matrimonio. Il viaggio di nozze lo regalò mia nonna: tre giorni a Roma. Annamaria era al sesto mese di gravidanza”.

Poi il lavoro ingranò e D’Angelo diventò una star. “Così quando arrivò Antonio, il nostro primogenito, potei mantenerlo senza problemi. Forse non sono stato un padre modello con lui: ero giovane e inesperto. E’ andata meglio con Vincenzo, nato quattro anni dopo, nel 1983”.

E il cantante annuncia: “Sogno una grande festa di nozze. Il cardinale Crescenzio Sepe ha promesso che ci sposera’ nel duomo di Napoli per il 40esimo anniversario”.

Panorama Sposi

Web magazine sul mondo del wedding. mail: info@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: