Il viaggio di nozze di Elisa, alla scoperta di Osaka

Ecco la seconda puntata del viaggio di nozze di Elisa, alla scoperta del Giappone.

osaka-1000

Ripartiamo da Osaka. Assolutamente una delle città più belle del Giappone ma anche più piccole. Infatti fa solamente 2,7 milioni di abitanti! Era la capitale storica del Paese, importante per i distretti industriali e portuali.

Aeroporto Kansai – 30 gradi con aria condizionata; fuori 50 gradi senza considerare l’umidità. Dall’ aeroporto all’ hotel 2 ore di viaggio. Siamo arrivati in hotel intorno alle 18 di sera. Piano venticinquesimo. Beh, un bellissimo modo per superare le paure di chi, come me, soffre di vertigini. Uno spettacolo mozzafiato. Luci a non finire, macchine colorate che corrono per tutta la città, ma la cosa più strana è il silenzio apparente di questa metropoli: nessuno che urla, nessuno che strilla, niente musica, solo la città.

Non so se vi è mai capitato di mettervi seduti sulla riva del mare, in un pomeriggio di primavera, quando ancora la sabbia è bagnata dalla brezza marina. C’è quello strano silenzio surreale che ti tranquillizza e ti fa pensare. La stessa cosa mi è accaduta ad Osaka, solamente che ha 2 milioni di abitanti!

Primo grosso problema quando ti trovi in Giappone: i giapponesi non parlano inglese. Nemmeno come gli italiani parlano inglese. Niente di niente. Hanno sempre quel sorriso stampato in faccia molto cordiale, ma senza capire nulla. Secondo grosso problema: cibo! Il menu nei ristoranti è SOLO in Giapponese! Spesso senza figure. Anche i prezzi in Giapponese.

Ed è proprio qui che viene fuori il vero italiano doc, quello che si arrampica sugli specchi pur di mangiare. A gesti, abbiamo indicato lo stesso menu di quelli del tavolo a fianco, perché si sa, quando la fame è tanta… Fortunatamente, le carni in generale sono molto diffuse in Giappone, soprattutto alla griglia, tutto wok. Quindi una volta capito che tipo di carne stai per mettere in bocca, poi cuocerla come vuoi e tutto diventa più semplice.

Nonostante tutto, sono cordialissimi. Più di qualsiasi altro italiano. Cercano di farsi capire in tutti i modi.wok-1000

In strada non esistono cartacce, la gente fuma in posti stabiliti anche all’ esterno. Non c’è sporco, non c’è immondizia. Tutto lindo. La mattina seguente siamo andati in giro ad Osaka con la nostra guida: una ragazza giapponese, di nome Nanako, con tipiche usanze giapponesi. Osaka bellissima.

castello di osaka-1000

Il punto più bello della città è il castello nel mezzo di un parco e delimitato da un fossato. Il castello è di facile visione in anime e manga, come ad esempio i Detective Conan. Come è disegnato, è realmente. Tutto sembra così perfetto: l’erba tagliata in maniera uguale in tutto il parco, nessuna erbaccia. L’acqua potabile scorre nelle varie fontane vicino al castello.selfie osaka-1000

Anche se dalla foto non si vede, il parco è vicinissimo alla via principale della città, soprattutto alla via delle università.

La prima cosa che ti dice un giapponese di Osaka è che è come Napoli in Italia. Se tutti in Giappone in metropolitana vanno a destra, ad Osaka vanno a sinistra. Sono tutti fuori dagli schemi. Inoltre è la città dove si mangia meglio di tutto il Giappone. Famosi sono gli okonomiyaki, letteralmente tutto quello vuoi. In effetti è una specie di frittata con dentro un po’ di tutto dalla carne al pesce, e anche la pasta. Sono buonissimi, delle vere prelibatezze.okonomiyaki-1000

Anche il centro di Osaka è tipico Giapponese. Una serie di vie tutte vicine fra loro con miliardi di negozi dove puoi trovare di tutto: dal cosplay al magiare, dai kimoni alle geta. Di tutto di più. Il mio voto per Osaka è 9, superabile solo da un’altra piccola città Giapponese: Naara. Ma di Kyoto e Naara parleremo nel prossimo articolo.centro osaka-1000

elisa verdecchiaElisa Verdecchia

Leggi la prima puntata del suo viaggio di nozze.

Panorama Sposi

Web magazine sul mondo del wedding. mail: info@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: