Tradizioni sul matrimonio, cosa deve indossare la sposa

Come si parla di nozze vengono alla mente una serie infinita di tradizioni sul matrimonio che vanno – più o meno – rispettate. La prima tra tutte riguarda la sposa, che deve indossare 5 cose in particolare:

– una cosa nuova, simbolo della nuova vita che sta per iniziare (un accessorio o il vestito stesso)
– una cosa vecchia, in ricordo del passato che ci si lascia alle spalle (un gioiello o una spilla; la mia “cosa vecchia” era il mio papà che mi accompagnava all’altare)
– una cosa prestata, come passaggio tra la vita passata e quella futura (gli orecchini, un profumo, il velo)
– una cosa blu, simbolo della purezza della sposa: anticamente blu era l’abito nuziale; oggi blu può essere un dettaglio della giarrettiera o dell’intimo, un nastrino tra i capelli…
– una cosa regalata, come simbolo dell’affetto delle persone care che accompagnano la sposa in questo passo (può essere l’abito stesso o un accessorio, un gioiello).

FOTO1-1000Ma da dove nascono queste tradizioni sul matrimonio ? Non dimentichiamoci che spesso dietro a questi comportamenti abituali ci sono una serie di convinzioni popolari che avevano lo scopo di portare fortuna ai futuri sposi… altre volte, invece, avevano un mero significato pratico.

Ad esempio, l’abitudine di portare il velo davanti al viso della sposa non è dettata da una questione puramente estetica e romantica ma, al contrario, aveva lo scopo, sin dall’antica Roma, di celare l’aspetto della sposa fino a cerimonia conclusa, evitando così ripensamenti da parte dello sposo (spesso i matrimoni erano organizzati e gli sposi si vedevano per la prima volta proprio al matrimonio).

FOTO2-1000Perché i confetti delle bomboniere devono essere in numero dispari? I numeri dispari sono indivisibili e quindi raffigurano un matrimonio di lunga durata e indissolubile. Inoltre, in numero di cinque, rappresentano le cinque caratteristiche di un buon matrimonio: salute, ricchezza, felicità, lunga vita e spiritualità.

Anche il simbolo stesso del matrimonio, le fedi nuziali, hanno il loro forte significato simbolico. La loro stessa forma, il cerchio, rappresenta la continuità senza fine, quindi di buon auspicio per un matrimonio indissolubile. L’usanza invece di portare la fede all’anulare sinistro risale addirittura agli Egizi: essi credevano che da questo dito partisse una vena che portava direttamente al cuore e, quindi, attraverso questa vena, passavano tutti i sentimenti.

foto3-1000

Anche l’usanza delle damigelle ha un’origine storica. Sempre gli Egizi erano convinti che il giorno delle nozze gli spiriti maligni cercassero di rovinare questo giorno felice agli sposi: le amiche della sposa, quindi, si vestivano con i loro più ricchi abiti e circondavano la sposa al fine di confondere gli spiriti maligni e impedire loro di lanciare malefici.

Paese che vai, tradizioni sul matrimonio che trovi
L’abito bianco non è sempre visto come simbolo di purezza della sposa: in India, per esempio, l’abito da sposa è rosso e verde e, al contrario, il colore bianco è riservato ai defunti e ai funerali. Rosso è anche l’abito delle spose cinesi che ritengono il rosso colore portatore di buona fortuna. Le donne africane, invece, indossano per tradizione abiti dai colori accesi e sgargianti, spesso coordinati con l’abito dello sposo (è tradizione, tra le famiglie più benestanti, far stampare una stoffa per l’occasione con la quale i parenti più stretti potranno farsi confezionare gli abiti per la cerimonia).

foto4-1000

Senza dimenticare di non specchiarsi con l’abito da sposa, non vedere il futuro marito la sera prima del matrimonio, non provare mai la fede, non far vedere l’abito allo sposo, non tornare a prendere le fedi dimenticate a casa, non raccogliere le fedi se cadono a terra, far preparare il letto degli sposi da delle amiche vergini (trovale!), non sposarsi di martedì e venerdì, non comprare insieme anello di fidanzamento e fedi… quante cose da ricordare!

Insomma, state tranquille, fate tutto con serenità e tutto andrà bene.

ps. fatevi portare in braccio oltre la soglia di casa, almeno allevierete il mal di piedi!

Leggi tutti gli articoli della rubrica “Country Chic“.

Elisa Cornelli

Senior fashion editor

elisa.cornelli@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: