Matrimonio a tema Fantasy, idee per nozze “da favola”

matrimonio fantasyProvate ad immaginarvi ai tempi di re Artù, o immersi nella fantastiche terre del Signore degli Anelli, e pensate a come potrebbe essere il matrimonio di una vera “principessa” dell’epoca celtica. L’aria profuma di spezie e sidro di mele, ci sono rami di erica e sambuco ovunque, piccole fiaccole pendono dai rami di alberi secolari e salici piangenti, tutto brulica di sapori genuini ed erbe aromatiche e nel giardino di un castello incantato c’è un enorme fermento per organizzare le nozze del re! E se invece quella principessa foste proprio voi?

Oggi, realizzare tutto questo si può! Grazie all’aiuto di un’ottima wedding planner, realizzare il proprio giorno speciale è un gioco da ragazzi, e così come per magia, un vecchio castello si trasforma in un luogo incantato e romantico ideale per un matrimonio a tema Fantasy. Il primo passo da compiere per una wp, di eccellenza, è quello di raccogliere tutte le informazioni necessarie per far sì che il tema in questione, e così anche l’intero ricevimento, sia organizzato nel minimo dettaglio.

Scelta, la location, bisogna analizzarla a fondo attraverso una planimetria, in modo da avere sempre un piano b di riserva, da utilizzare in caso di imprevisti. Il castello di Malcesine di Garda, risale alla metà del primo millennio d.c. in epoca longobarda e sarà la nostra location. Al castello, vi si accede attraverso un vasto cortile alberato a picco sul lago ed è proprio sotto uno di questi maestosi alberi che si celebrerà il vostro rito d’amore.

La particolarità di questo luogo è la sua suddivisione in terrazze, che vi permetterà di articolare in più momenti la vostra cerimonia. In uno ci sarà il rito di benvenuto, nel secondo il break bar dove guerrieri e cavalieri si cimenteranno in tiro con l’arco, canti di guerra e abbuffate di birra fresca. A seguire, invece, per le donne, sarà riservato un angolo speciale, dove le ancelle si prenderanno cura di voi realizzando acconciature dell’epoca con nastri e coroncine di fiori.

Per la sala interna, è consigliato di non esagerare con le decorazioni, in modo da renderle un tutt’uno con gli elementi di arredo, come candelabri, arazzi, armi, tende etc., limitandosi ad aggiungere cascate di rampicanti ederose, fiaccole e fiori. Melo e fiori di melo, sono simbolo di amore, guarigione ed immortalità. Spargerne il profumo, sia come essenza che come incenso da bruciare servirà a purificare l’aria con l’aggiunta di erbe aromatiche come la maggiorana , il rosmarino e i semi di anice.nozze fantasy idee

Il tableau mariage: sarà realizzato prendendo in considerazione la mappa del mondo incantato, come ad esempio le terre del Signore degli Anelli, dividendo i tavoli per mondi. Ci sarà quindi, Gondor, Rohan, Mordor e quant’altro, ed in base alla località scelta il vostro tavolo sarà adornato a tema con segnaposti del piccolo popolo , nastri e fiori profumati.

Le partecipazioni: saranno realizzate interamente su carta pergamena e così anche gli inviti e i libretti di cerimonia, con piccoli accenni di runico antico ed elfico.

Il menu: anche il menu, così come il buffet sarà in tema , ci saranno quindi:” Buffet di scorze di arance candite, maialino arrosto con mele caramellate, vin brulè con perline di pane speziato, selezione di salumi di selvaggina,dal salame d’oca al petto d’anatra affumicato. Torte salate e uova di quaglia allieteranno i vostri palati, seguiti da polpettine di formaggio in brodo di manzo. Per i primi non mancheranno il riso al latte di mandorla e passatelli al sugo di cinghiale. I secondi includeranno costolette di agnello con latte speziato ed albicocche, pollo novello con frutta secca e insalata di cipolle alla brace. Ci sarà inoltre un ricco buffet di dolci con crostate di frutta e ricotta e biancomangiare.

Per le bibite, non mancheranno i vini rossi freschi di stagione, sidro di mele, e calici di birra ed infine, la torta sarà aperta e servita in terrazza sotto il chiaror della luna, che con la sua candida luce illuminerà questa alta composizione a tre piani ricoperta di glassa zuccherosa, farcita con crema di fragoline di bosco e adornata di bacche e foglie secche mentre su in cima, regnerà la danza delle fate.

L’abito dello sposo: è realizzato con i materiali e i tessuti più preziosi ( lino, lana e tessuti orientali) che rivestiranno la tunica, la sottotunica, le brache, il mantello e gli stivali.

L’abito della sposa: è rigorosamente casto per simboleggiarne la verginità, talvolta ha maniche lunghe, modello morbido sontuoso e lungo con il capo adornato di trecce e coroncine di fiori.

Le damigelle: sono delle vere e proprie “ancelle” e seguiranno la sposa lungo la sua entrata cospargendo il suolo di fiori ed incenso ad ogni suo passo.

I fiori: nel bouquet della sposa, non dovranno mancare i fiori di lavanda,antico simbolo di fortuna, lealtà e devozione, garantendone un’unione felice e duratura, ma anche rametti di erica, fiori di ginestra e di sambuco.

Le musiche: per la musica e l’intrattenimento, non mancheranno i canti tipici e le ballate, suonate armonicamente con l’arpa, flauti e cornamuse. Inoltre, gruppi di menestrelli, giocolieri, fachiri e giullari di corte allieteranno i commensali con le loro specialità.

Cadeau: i Lovespoons, sono dei cucchiai in legno, finemente intagliati a mano, che venivano donati anticamente alla persona amata come rappresentazione degli eventi romantici, saranno quindi adatti come bomboniera per i vostri cari, ma anche candele e saponette profumate.

Il rituale: sarà svolto sotto un antico albero secolare dove sarà recitato il famoso “Caim”, preghiera di protezione, tracciando con una spada un cerchio intorno agli sposi come sorta di protezione. Inoltre, gli sposi accenderanno a turno il candelabro, formato da tre candele. Le due ai lati simboleggeranno le rispettive famiglie mentre quella posta al centro, che sarà più grande, rappresenterà la nuova famiglia della coppia. Il primo cavaliere, effettuerà la sua benedizione porgendo la sua spada ed inviterà lo sposo ad accogliere con il suo mantello la sua amata, seguirà lo scambio delle fedi anch’esse rigorosamente in tema, realizzate a mano con i disegni runici e celti.

A seguire ci sarà l’unione delle mani con l’intreccio dei nastri di colore rosso e bianco a simboleggiarne rispettivamente il principio maschile e quello femminile. Gli sposi effettueranno, anche il giuramento sulla pietra sacra, e ne getteranno i sassi nelle acque del lago. Infine per proteggere da ogni sorta di malocchio la giovane coppia, sarà opportuno che entrambi gli sposi saltino contemporaneamente oltre una scopa in modo tale che, più alto sarà il loro salto, più l’unione sarà solida.

Canti e balli continueranno per tutta la durata della cerimonia, mentre gli sposi rientreranno a palazzo per ritirarsi nella camera matrimoniale, un vero e proprio ambiente intimo e confortevole con letto a baldacchino e arredamento regale ed elegante.

Se desiderate che il vostro sia davvero un giorno speciale lasciatevi coinvolgere da queste antiche tradizioni, dai profumi tipici e dai luoghi incantati, così da affascinare e sbalordire anche gli ospiti più scettici, e soprattutto, rendervi gli sposi più felici ed “incantati”.

Marcella Eventi

Wedding Planner

weddingdiary@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: