Wedding Planner, un lavoro che non si può improvvisare

sposi nozze generica

È da quando ho deciso di diventare un’organizzatrice di eventi che mi sono accorta che giorno dopo giorno ovunque mi voltassi nascevano wedding planner a go go e tutti volevano organizzare, vendere, pianificare per il gusto di improvvisarsi nel mestiere.

Ecco perché vorrei elencare alcuni motivi per non diventare un wedding planner.

Il primo motivo per non scegliere la carriera del wedding planner è che se si ha già un lavoro non serve improvvisarsi o mandare tutto alle ortiche per un mestiere per il quale non si hanno le competenze, sarebbe un’impresa ardua e da evitare, sinceramente.

Il secondo è che non basta aver seguito un corso (magari anche gratis) per fare di te un’organizzatrice di matrimoni. Saper realizzare un allestimento o una tavola elegante può esserti utile all’inizio, ma non è tutto qui il lavoro!

Essere una wedding planner, significa innanzitutto avere una passione per il bello, il raffinato. Significa lavorare tutti i fine settimana perché è in quei giorni che le spose riescono a spostarsi per le scelte di location, abito ecc. Significa aver a che fare con tutto il cast familiare che pensa, appunto, di saperne più di te in fatto di matrimoni e di poter mettere bocca su tutto. Beh, se tu non sei abbastanza paziente e non riesci a controllare la rabbia, trovando così una soluzione ad ogni problema allora questo lavoro non fa per te.

Va bene avere un proprio gusto personale (purchè non sia kitsch) ma il mondo è bello perché è vario e se una sposa vi chiede dei centrotavola a forma di elefante sarà vostro compito accontentarla o arrivare pian piano alla soluzione che bilanci il tuo stile, ma che accontenti i gusti del cliente.

Inoltre, il wedding planner deve gestire molti fornitori. Deve quindi fare attenzione che tutte le sue richieste siano eseguite alla perfezione, in modo che la coppia sia soddisfatta del lavoro finale e deve stare attento a non superare il budget proposto.

keep-calm-hire-a-wedding-planner
Il wedding planner è il punto di riferimento degli sposi, deve aiutarli sia nella fase organizzativa sia durante tutta la cerimonia risolvendo anche i problemi che non gli competono.

Mi è capitato spesso di dover accontentare le diverse richieste delle spose dove volevano includere amici e parenti nella fase organizzativa, per poi vedermeli crollare nel momento del bisogno. È bene sapere che le zie o le amiche o le mamme nel giorno del vostro matrimonio hanno il compito più importante, quello di presenziare alle vostre nozze e divertirsi per te e con te. Al resto ci pensa il wedding planner, che, al contrario, non può sedersi e non può distrarsi un attimo durante un ricevimento. Con questo non voglio dire che il wedding planner non debba divertirsi, anzi regola fondamentale è sorridere sempre e comunque.

Per fare questo mestiere non basta seguire solo un corso, ma farne tanti e studiare sempre. Questo è un lavoro che si evolve e cambia ogni giorno, quindi è meglio restare aggiornati.

Seguire numerose fiere, aggiornare il sito, pagare i fornitori, seguire più di un matrimonio per volta, creare temi sempre diversi, stupire il cliente sono solo pochi aspetti di questo lavoro, ma ciò che a mio avviso è una caratteristica da non trascurare mai è sicuramente la personalità: quella non la compri al supermercato e non la studi sui libri.

Se già di tuo non hai carattere e non hai inventiva ma tendi semplicemente a copiare gli altri allora non farai altro che creare un copia incolla per tutta la vita. Sono tanti quelli che si improvvisano e pensano che cimentarsi in questo settore sia un gioco da ragazzi ed è per questo motivo che ci sono tanti matrimoni uguali in giro che mancano di personalità.

Diffidate, da chi vi dice che il wedding planner c’è l’ha già in location, perché il vero organizzatore non lavora solo in sala, ma si occupa di tutto. Quindi imponete il vostro WP che sicuramente saprà collaborare con chi “crede” di fare questo di mestiere.

“Il wedding planner è colui che crea dal nulla i tuoi sogni rendendoli reali, il primo ad arrivare e l’ultimo ad andare via ma non c’è tristezza nel suo sguardo se alla fine, vede trionfare l’amore e la gioia nei vostri cuori…”. (cit. mia).

Marcella Eventi

Wedding Planner

weddingdiary@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: