Alice e Gianluca: nozze a passo di danza

Alice e Gianluca sono due giovanissimi sposi della provincia di Piacenza, che hanno da poco festeggiato il loro primo anno di matrimonio. Lui tecnico di laboratorio biomedico, lei commerciale estero in un’azienda piacentina, entrambi ballerini agonistici di categoria A1 Danze Standard, passione che li ha portati ad aprire una scuola di ballo per grandi e piccoli.

Alice e Gianluca in gara
Alice e Gianluca in gara

Ecco quello che ci ha raccontato Alice sul loro matrimonio.

Siete giovanissimi: da cosa nasce la voglia di sposarsi?
E’ vero siamo giovanissimi ma siamo insieme da tanto tempo ed entrambi siamo sempre stati convinti che era inutile aspettare ancora. Non appena ne abbiamo avuto l’opportunità abbiamo deciso che era il momento giusto. In fin dei conti è proprio quando si è giovani che si ha voglia di costruire qualcosa di nuovo e grandioso, quindi perchè aspettare?

Come è arrivata la grande proposta?
La proposta è arrivata inaspettata, una domenica di fine estate. Nonostante ne avessimo già parlato tantissimo, non mi aspettavo che me lo chiedesse proprio quel giorno!

Eravamo nella mia casa di montagna e per pranzo Gianluca mi ha proposto di andare fuori solo io e lui. Dopo il pranzo mi porta nel mio posto preferito, si inginocchia ed ecco che all’improvviso arriva quella splendida domanda. Una delle emozioni più grandi della mia vita. Più lo racconto, più mi emoziono.

Alice e Gianluca in chiesa
Alice e Gianluca in chiesa

Una volta partiti con i preparativi, come vi siete mossi? Quali sono state le scelte irrinunciabili?
I preparativi sono iniziati subito dopo la proposta: la nostra vita tra il lavoro, gli allenamenti e la scuola di ballo è abbastanza impegnata, per questo motivo abbiamo iniziato fin da subito e con largo anticipo. La prima scelta è stata la Chiesa: a me avrebbe fatto piacere sposarmi nella parrocchia in cui sono cresciuta e così abbiamo fatto. Il passo successivo è stato il ristorante: lo abbiamo trovato per caso, cercando in internet e abbiamo subito prenotato per una cena. Ci siamo subito innamorati del posto, del buon cibo e della gentilezza del personale. Location trovata!

Chiesa di San Bonico - Piacenza
Chiesa di San Bonico – Piacenza

Come avete affrontato le altre scelte? Wedding planner o fai da te?
Per gli allestimenti e per i diversi dettagli non abbiamo scelto un colore o un tema particolare: semplicemente abbiamo scelto quello che più ci piaceva. Per esempio, per il tableau mariage, abbiamo scelto titoli e copertine dei film che più amiamo, per le bomboniere il mio colore preferito, l’azzurro. Nell’insieme cose semplici ma ben coordinate tra di loro.

Abbiamo organizzato tutto da soli con l’aiuto di amici e parenti; avendo iniziato con anticipo non c’è stato bisogno dell’aiuto di una wedding planner, una cosa alla volta abbiamo deciso tutto, io e Gianluca, senza farci influenzare dalle mode ma solo dalle cose che davvero ci piacevano.

In teoria ci sarebbe stato il tempo anche per il fai-da-te ma non è il nostro forte… avremmo sicuramente combinato qualche pasticcio!

Il lancio delle colombe fuori dalla Chiesa
Il lancio delle colombe fuori dalla Chiesa
Gli sposi nel centro storico di Piacenza
Gli sposi nel centro storico di Piacenza

La scelta dell’abito: vogliamo sapere tutto!
La scelta dell’abito è stata immediata e un po’ improvvisa. Ricordo di essere tornata dall’università dopo aver sostenuto l’ultimo esame di tutta la mia carriera scolastica… e già questa era una grande emozione!

Ho chiesto a mia mamma se aveva voglia di accompagnarmi a vedere qualcosa, per farci un’idea, e così abbiamo fatto: io, lei e mia nonna.

Ho provato solo tre abiti ma è stato solo con il primo che ho provato amore a prima vista. Mi piaceva e mi piacevo io con quell’abito, non potevo fare altra scelta! (Un bellissimo abito da vera principessa, con corpino con scollo a cuore, ricoperto di pizzo e preziose decorazioni, arricchito da un lungo velo bordato di pizzo – ndr).

Alice
Alice
Le amiche aiutano la sposa a prepararsi
Le amiche aiutano la sposa a prepararsi

Da ballerini professionisti avete voluto inserire la danza in questo giorno speciale?
La danza è stata inclusa, ma solo come divertimento. Essendo appunto professionisti, il ballare per noi è anche lavoro e, si sa, il lavoro non sempre è divertente. Per questo motivo non volevamo che ci fosse qualcosa di organizzato e prestabilito.

Ovviamente abbiamo ballato tutta la sera, con amici (quasi tutti ballerini anche loro) e parenti, in maniera spensierata e spontanea. E questo, per noi, è stato il ballo più bello!

Il primo ballo degli sposi
Il primo ballo degli sposi

Ci sono state sorprese e momenti inaspettati durante i festeggiamenti?
Io e Gianluca non siamo tipi da sorprese: in tanti anni insieme da fidanzati le sorprese sono state poche, non è nel nostro stile. E’ stato bellissimo, invece, ricevere sorprese dai nostri amici più cari, in quel giorno così importante. Ci hanno fatto credere, per esempio, di essere entrati in casa per farci i consueti scherzi, cosa che io non volevo e che avevo vietato categoricamente. Ci hanno fatto divertire durante tutta la giornata e per questo motivo li ringraziamo ancora infinitamente!

Gianluca e Alice per il centro di Piacenza
Gianluca e Alice per il centro di Piacenza

Auguri per il vostro primo anno insieme!

Se anche voi, come loro, vi siete già sposati, oppure siete in procinto di convolare a nozze e volete raccontarci la vostra storia, scriveteci a redazione@panoramasposi.it, saremo felici di pubblicare i vostri racconti e le vostre foto.

Elisa Cornelli

Senior fashion editor

elisa.cornelli@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: