Il matrimonio in bianco e verde di Daniela e Andrea

Per la rubrica Novelli Sposi oggi conosciamo Daniela e Andrea (conosciuto da tutti come Peter) per parlare del loro matrimonio in bianco e verde: impiegata lei, cablatore lui, hanno deciso di sposarsi dopo dodici (!!!) anni di fidanzamento, a settembre 2014.

Come è avvenuta la proposta? Chi ha fatto il primo passo?

Si parlava di matrimonio già da un po’: eravamo insieme ormai da 10 anni e abbiamo sempre detto che ci saremmo voluti sposare attorno ai 30 anni. Per fortuna siamo sempre stati d’accordo sul fatto di sposarci e di costruire una famiglia insieme. La proposta me l’ha fatta lui ed è arrivata davvero inaspettata. Nei mesi precedenti mi aveva fatto capire che nel giro di un paio di anni avrebbe voluto fare il grande passo e io ero d’accordo, ma non ne avevamo mai parlato seriamente!

Mentre eravamo in vacanza ad Amsterdam una sera, mentre eravamo a letto, al buio (e io ormai mi stavo addormentando!) mi ha chiamata e mi ha chiesto se lo volevo sposare… io senza neanche pensarci due volte ho risposto subito: “Certo!”. Così ha tirato fuori una scatoletta con l’anello e quando l’ha aperta la luce all’interno lo illuminava… secondo me ha organizzato tutto questo per far risaltare la lucina della scatola!!

In realtà Andrea è un ragazzo abbastanza timido e probabilmente era un pò imbarazzato quindi avrà pensato “al buio almeno non vede se mi agito”! Quindi per me è stata proprio una bellissima ed inaspettata sorpresa!

Il bouquet di Daniela
Il bouquet di Daniela

Quali sono state le scelte più importanti nell’organizzazione del matrimonio? A cosa, invece, non avete dato importanza?

La prima cosa a cui abbiamo pensato, ovviamente, è stata la data: abbiamo scelto settembre perché non fa troppo caldo e si arriva al matrimonio anche un po’ abbronzati.

La scelta successiva è stata la location. In realtà io non sono mai stata una di quelle ragazze che ha sempre sognato il giorno del matrimonio; fino a quando non è arrivata la proposta non avevo mai neanche guardato un abito da sposa. Una cosa però l’ho sempre immaginata e sognata: sposarmi all’aperto. Quindi ecco perché siamo partiti dalla location, perché dovevamo trovare un posto che facesse sì il ricevimento, ma anche la cerimonia all’aperto.

Abbiamo dunque scelto come location Villa la Clausura a Bosco dei Santi (in provincia di Piacenza) perché ci è piaciuta fin da subito: era comodo, proponeva un ottimo menù (altra cosa molto importante perno era soddisfare tutti gli invitati con del buon cibo) e la cerimonia si sarebbe svolta in un giardino contornato da un’alta siepe, proprio come lo volevamo noi! Inoltre il parrocco era d’accordo con la celebrazione del rito religioso all’aperto, cosa più unica che rara.

Cerimonia all'aperto
Cerimonia all’aperto
Daniela e Andrea finalmente sposi
Daniela e Andrea finalmente sposi

Subito dopo abbiamo scelto il fiorista (L’arcobaleno dei fiori di Piacenza) e le partecipazioni (Primizia Bomboniere di Roncaglia – PC): una vera fatica trovare quelle che ci piacessero davvero!

Le bomboniere erano una di quelle cose a cui non davo molta importanza, o meglio nelle quali non volevo investire troppi soldi… questo perché nella maggior parte dei casi gli invitati le portano a casa per poi dimenticarsele, allora ho pensato di farle io, o meglio, me le ha confezionate mia mamma. Ho preso dei vasetti di vetro e ho comprato dei confetti bianchi e verdi con gusti particolari e poi mia mamma (che fa découpage) ha decorato il tappo con le nostre iniziali e un fiocco verde. Così, con poca spesa, ho ottenuto delle bomboniere personalizzate e che gli invitati potessero riutilizzare.

Le bomboniere bianche e verdi di Andrea e Daniela
Le bomboniere bianche e verdi di Andrea e Daniela

Avete scelto un tema o un filo conduttore per il vostro matrimonio?

Non c’è stato un vero e proprio filo conduttore perché, come dicevo prima, non ho dato troppa importanza a certe cose ed eravamo entrambi d’accordo sul fare una cosa abbastanza tranquilla e senza diventare matti. C’era, comunque, il tema era il matrimonio in bianco e verde, quindi abbiamo scelto gerbere bianche, rose verdi e lisiantius bianchi per i fiori, tulle verde per le sedie, tovaglie bianche con runner verdi, candele bianche e le bomboniere.

Segnaposto verde mela
Segnaposto verde mela
Il porta fedi a tema del matrimonio in bianco e verde di Andrea e Daniela
Il porta fedi a tema del matrimonio in bianco e verde di Andrea e Daniela

Raccontaci la scelta dell’abito da sposa…

Sono andata la prima volta da “Le spose di Mery” a Roveleto di Cadeo (Piacenza) con mia mamma, mia suocera e mia cognata. Ho provato diversi abiti ma già il secondo era già il mio preferito, mi ero proprio innamorata! Era come lo volevo: semplice ma con qualche ricamo che desse la giusta particolarità e che mi valorizzasse nei punti giusti, perchè non sono molto alta. Quindi aboliti subito quelli con gonne ampie e voluminose! Ho pensato subito che fosse quello giusto e quando ho visto le reazioni delle mie accompagnatrici ne ho avuto la conferma (mia mamma era diventata paonazza).

In seguito sono andata anche in un negozio a Milano ma niente mi convinceva come quello! E quando sono andata a riprovarlo con le mie testimoni, mi hanno confermato di aver fatto la scelta giusta e l’ho preso. Inizialmente non volevo il velo ma quando l’ho provato non mi aspettavo di emozionarmi così, ho pensato, non posso non metterlo! Un velo semplice che cadeva sulle spalle che mi ha fatta sentire proprio speciale. Questo è stato il regalo di una delle mie testimoni.

Daniela
Daniela
Daniela e Andrea il giorno del matrimonio
Daniela e Andrea il giorno del matrimonio

Che ruolo hanno avuto gli amici e i parenti nell’organizzazione del grande giorno?

Gli amici e i parenti hanno avuto un importante ruolo nell’organizzazione del nostro matrimonio in bianco e verde. Mia mamma si è occupata delle bomboniere e ha scritto i nomi sui segnaposti a forma di mela verde, si è occupata inoltre dei menù e dei segnatavoli sul tableau de mariage, mia cugina ha trovato la fotografa, il papà di Fabio (il testimone dello sposo) mi ha accompagnato con la sua Balilla e anche il dj lo abbiamo contattato grazie ad una nostra amica. Infine ci hanno regalato un bellissimo video con le nostre foto da quando eravamo piccoli ad oggi, arricchito dai loro messaggi di auguri. Lo abbiamo guardato tutti insieme su un proiettore ed è stato fantastico!

Il lancio del bouquet
Daniela con le sue testimoni Noemi e Silvia
il lancio
Il lancio del bouquet

Qual è il ricordo migliore della giornata?

Non è facile dire quale sia stato il momento più bello perchè si provano troppe emozioni tutte insieme. Andrea ha fatto un incidente in moto a maggio (4 mesi prima del matrimonio) ed è stato costretto con un fissatore alla gamba per tutti quei mesi, di conseguenza gli ultimi preparativi ho dovuto gestirli da sola e ho avuto anche qualche momento di sconforto. Il giorno del matrimonio lui era ancora con fissatore e stampelle quindi ha sofferto abbastanza, ma sicuramente quando sono arrivata e l’ho visto in fondo ad aspettarmi è stato il momento migliore, il più emozionante!

Ci siamo divertiti e abbiamo anche fatto il primo ballo (per come si poteva, quindi praticamente fermi) sulla canzone Halo di Beyonce e anche lì mi sono emozionata. E’ stata una festa a mio parere divertente; abbiamo ballato, fatto karaoke, fatto volare le lanterne cinesi… insomma un pò di tutto!
Sono rimasta molto soddisfatta di tutta la giornata, di passarla insieme ai nostri amici e parenti più cari, non potevamo sperare di meglio!

Il taglio della torta
Il taglio della torta
Finalmente sposi
Finalmente sposi

Se anche voi, come loro, vi siete già sposati, oppure siete in procinto di convolare a nozze e volete raccontarci la vostra storia, scriveteci a redazione@panoramasposi.it, saremo felici di pubblicare i vostri racconti e le vostre foto.

Elisa Cornelli

Senior fashion editor

elisa.cornelli@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: