Abito da sposa crop top dalle collezioni 2016

Negli ultimi anni sono stati proposti (e riproposti) nelle diverse collezioni infiniti modelli di abiti da sposa. Non c’è ragazza ormai, o quasi, che debba rinunciare all’abito bianco così come lo ha sempre sognato: gonne, lunghezze, maniche, veli, tessuti e prezzi sono di tutti i tipi. E sempre negli ultimi anni si è assistito a una prevalenza (quasi invasiva in alcuni casi) del pizzo: corpetti e maniche realizzati in qualsiasi tipo di pizzo, con qualsiasi tipo di ricamo, ma sempre e inevitabilmente con un occhio all’abito della Duchessa di Cambridge, che dal giorno delle sue nozze è diventato modello incontrastato da imitare e rivisitare.

Per le collezioni 2016 gli stilisti hanno allora puntato su dettagli e forme che potessero portare una ventata di aria fresca nel mondo degli abiti bianchi, tentando di replicare il successo che da un paio d’anni ha avuto nel prêt-à-porter: il crop top. E i risultati sono stati anche in questo caso dei più diversi. L’ abito da sposa crop top nasce originariamente come un top corto, “tagliato” appunto, con l’intento dichiarato di lasciare scoperta la pancia. Se gli stilisti avessero però tutti seguito alla lettera questo dettame, gli abiti realizzati sarebbero stati totalmente inadeguati a una chiesa, per esempio, o a tutte le ragazze senza un addominale scolpito. Dunque l’idea di base su cui molti di loro hanno lavorato è stata la stessa, ovvero un top staccato dalla gonna, ma declinato in tante varianti, da utilizzare a seconda dei gusti, del tipo di cerimonia, della location.

Carolina Herrera nella collezione 2016 propone un modello semplice e versatile, con una gonna a vita molto alta e un top (con spalline incrociate sulla schiena), che lascia intravedere nei movimenti solo un accenno di pancia. Idea ripresa anche da Jesus Peirò: molto simile la gonna, ma più lavorato il top, su cui va a concentrarsi tutta l’attenzione.

Abito da sposa crop top di Carolina Herrera, Bridal Fall 2016
Abito da sposa crop top di Carolina Herrera, Bridal Fall 2016
Jesus Peirò, collezione 2016
Abito da sposa crop top Jesus Peirò, collezione 2016

Nella collezione 2016 di Yolan Cris più di un modello segue questa linea e gli abiti sono anche piuttosto diversi tra di loro. Si passa infatti da uno con gonna alla caviglia e top che ricorda un lavoro ad uncinetto, a un abito molto più sensuale, con pizzi e trasparenze, manica lunga e gonna aderente, per arrivare ad un vestito dai riflessi argentati, dove gonna e top sono uniti con un fermaglio in un unico punto, lasciando scoperto il resto della vita.

L’idea del top corto può però essere realizzata anche senza lasciare vita e pancia scoperte, come negli abiti realizzati da Stephanie Allin. La gonna è alla caviglia, in stile retrò, mentre la parte superiore mantiene l’idea di stacco, pur rimanendo in realtà attaccata al resto dell’abito. L’unica parte che a tratti rimane scoperta è la schiena, rendendo l’abito adatto alle situazioni più diverse.

Stephanie Allin Couture, Collezione 2016
Abito da sposa crop top Stephanie Allin Couture, Collezione 2016
Stephanie Allin Couture, Collezione 2016
Abito da sposa crop top Stephanie Allin Couture, Collezione 2016

I modelli non sono ancora moltissimi, ma l’idea piace e nelle collezioni 2016 sta già acquistando un posto di rilevanza. Le forme sono diverse e permettono a tutte le spose di poter indossare un abito di questo tipo. E, come si è visto,  non mancano in ogni caso modelli per le inguaribili amanti del pizzo.

Marta De Bortoli

fashion editor

marta.debortoli@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: