Testimoni, paggetti e damigelle: il lato divertente del matrimonio

Vestiti come lo sposo i testimoni hanno un ruolo centrale, sono i garanti del “sì”.

Emozionati e compunti nei loro abiti da grandi i paggetti hanno invece quello di dare una nota di tenerezza alla cerimonia. Precedono la sposa portano il cuscinetto con le fedi, reggono lo strascico le piccole ancelle vestite di bianco.

Oggi tuttavia i bambini sono presenti solo nei matrimoni più impegnativi…//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js


//

best-man-speech1
Testimoni, un onore ma anche un onere

Nell’antichità un matrimonio, per essere valido doveva avvenire in presenza di 10 capifamiglia che fungevano da testimoni. Oggi per fortuna il numero è diminuito.

Minimo due, ovviamente massimo sei, uomini e donne di qualsiasi cittadinanza o religione purché maggiorenni. La richiesta, va fatta in largo anticipo e deve essere molto chiara specificandone il tono della cerimonia perché se essere un testimone è un onore è pur vero che comporta anche degli oneri.

I testimoni, infatti, sono tenuti a vestire in modo adeguato allo sposo (a indossare come lui il tight, se la cerimonia è molto formale) e a fare un regalo di valore che si distingua da quelli degli altri invitati.

e9a15e96-ea9a-4728-bc30-b6e84739e189~sc_768.576.fit

Infine, anche gli sposi ricambieranno con un regalo o una bomboniera di maggior valore.
Non è più d’obbligo, come una volta chiedere di fare da testimone allo zio che sennò si offende, al proprio capo per tenerselo buono o all’amico di famiglia col nome importante. Gli sposi di oggi sono completamente liberi di scegliere tra amici, fratelli, colleghi o parenti!

Paggetti, la spontaneità dei bambini

Un momento unico ed irripetibile, quando varcherete la soglia della chiesa al braccio di vostro padre o di chi vi accompagnerà all’altare. Tutti gli occhi sono su di voi siete emozionate e vi sembrerà di camminare a mezz’aria… niente di meglio che sdrammatizzare facendovi precedere da un corteo di piccoli e teneri paggetti o damigelle.

È una tradizione tipicamente anglosassone presenti generalmente nelle cerimonie formali. Adottati ormai anche a quelle meno impegnative, i paggetti si occuperanno di portare il cuscino con le fedi.

Sono di solito i figli di amici o parenti stretti (o perché no i figli degli sposi stessi) maschi o femmine dai 4 agli 8 anni compresi. Sono sempre in numero pari, solitamente due o quattro non più di otto se non siete di sangue reale!

Damigelle e Flower girl

Vere e proprie sposine in miniatura, sorreggono quasi a strapparlo il velo o l’abito da sposa per impedire che questo si sporchi, si accalcano per lanciarvi il riso e i petali di fiori sono loro le vere protagoniste del matrimonio.

Nei paesi anglosassoni prendono il nome di flower girl e hanno appunto il compito di cospargere il suolo di petali al passaggio della sposa, antica usanza che scacciava così il malaugurio.

pink-bridesmaid-dress-for-winter-vestiti-damigella-invernali-rosa

Le damigelle d’onore

Altra tradizione nordica che si va via via diffondendo anche qui da noi è quella delle damigelle d’onore. Le amiche della sposa, giovani e raggianti vestite tutte uguali aprono il corteo nuziale, dando a tutta la cerimonia quel tanto di speciale che rimane negli occhi e nel cuore.damigella-2

Nasce in Egitto l’usanza della sposa di avere delle damigelle, dove si credeva che gli spiriti maligni si radunassero nel luogo del matrimonio per rovinare il lieto evento. Non essendo capaci di riconosce la sposa confusi dalle amiche che la seguivano vestite con abiti lussuosi, non potevano così farle del male.

Nel corso degli anni il ruolo della damigella è molto cambiato e adesso, affianca la sposa per assicurarsi che abbia tutto l’aiuto di cui necessita per organizzare le sue nozze, e che quindi possa trascorrere il più serenamente possibile il giorno più bello della sua vita, facendole da braccio destro insomma!

arcobaleno damigelle
In America la tradizione vuole che le damigelle (Bridesmaids) siano più di una, e accompagnate dal loro cavaliere precedano l’arrivo della sposa all’altare.

Una sola la Maid of Onor (damigella d’onore), solitamente la sorella o la migliore amica della sposa, sarà anche la testimone, firmerà dunque con gli sposi e il testimone dello sposo l’atto di matrimonio, e accompagnerà la sposa in tutto il percorso che dall’organizzazione la porterà all’altare.

L’arte della vita…
è saperla condividere
con le persone care!

Marcella Eventi

Wedding Planner

weddingdiary@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: