Matrimonio fai da te, come organizzare il buffet

C’era una volta… il matrimonio, rigorosamente organizzato in casa.

Non importava quanti invitati ci fossero, né se bastassero le sedie o le posate. Ognuno contribuiva in qualche modo e ci si ritrovava tutti attorno a un tavolone a bere del buon vino di campagna e a mangiare pietanze preparate in casa dalle donne di famiglia.

Tempi lontani? Forse sì, forse no.



decorazione giardino wedding

La verità è che il matrimonio fai da te in casa non solo oggi sta ritornando di moda – la nota attrice Keira Knightley ha  festeggiato il matrimonio fra pochi intimi nella sua tenuta in Provenza -, ma è anche possibile realizzare un ricco buffet fai da te rendendo le vostre nozze una festa unica nel suo genere.

Naturalmente sono indispensabili tre “conditio sine qua non” senza le quali l’impresa sarebbe un po’ più ardua (ma non impossibile eh!):

  • passione per la cucina e un nugolo di aiutanti sempre pronti e disponibili (mamma, suocera, nonna, zia, sorella e chiunque sia un cultore appassionato della materia purché disponibile ad aiutarvi)
  • Disponibilità di un ampio giardino se il ricevimento si svolgerà in stagioni calde e ampie stanze o porticato e veranda per l’immancabile piano b;
  • una lista di invitati non troppo lunga, al massimo una cinquantina, altrimenti se non si è iperorganizzati e non si ha molta esperienza, si potrebbe combinare un vero pasticcio. Infatti, nel caso gli invitati fossero davvero tanti suggerisco di valutare bene gli spazi in modo da non ritrovarsi appiccicati l’uno all’altro e  di prendere in considerazione  l’idea di un cuoco che possa aiutarvi nella tempistica della preparazione di alcune pietanze. Naturalmente questa è la mia personale opinione, non una verità assoluta.

Ma se proprio si vuol far da sé, non temete.

Vedrete che tenendo ben in mente piccole semplici regole, il buffet fai da te vi sembrerà più entusiasmante e meno complicato di quanto sembri.

candy-1022225_960_720
Matrimonio fai da te, semplici regole da seguire per il buffet

Inutile ricordarvi che quel giorno voi sarete, oltre che i padroni di casa, anche e soprattutto gli sposi e che sarete impegnati in… altro.

Prima di tutto, dunque, io consiglio l’ingaggio di alcuni ragazzi come camerieri per aiutare a sparecchiare e servire i piatti del buffet. Non spaventatevi, non rivolgetevi ai catering, ma guardate fra gli annunci di lavoro e vedrete che troverete baldi giovani, risparmiando denaro e fatica.

Prevedete, in secondo luogo, pietanze che è possibile preparare anche alcuni giorni prima e per questo facilmente più gestibili il giorno delle nozze. Questo vi aiuterà ad avere un maggior controllo sull’evento e vi eviterà scene di panico in caso di contrattempi e imprevisti.

Quello che personalmente consiglio, oltre a cucinare giorni prima, è di optare per l’acquisto di alcune sfiziosità introvabili e che farebbero la differenza fra un buffet “festa di compleanno” e un vero e indimenticabile “wedding buffet”.

Alternare il vostro fai da te a piccole prelibatezze ricercate, come ad esempio olii aromatizzati o patè particolari, sarebbe l’equilibrio perfetto per stupire piacevolmente i vostri invitati.

Buffet fai da te, ph. Sebastian Tiba, Belle foto di nozze
Buffet fai da te, ph. Sebastian Tiba, Belle foto di nozze

Nel buffet deve essere tutto bello da vedere, buono da gustare e pratico da mangiare.

Praticità, appunto. Altra parolina magica da non dimenticare mai.

Mangiare in piedi con coltello e forchetta non è il massimo del comfort. E noi non vogliamo che i nostri ospiti non siano a loro agio.

Isole tematiche con tavoli rotondi e finger food, dunque, dovranno farla da padrona.

Sarebbe molto apprezzato e funzionale, inoltre, predisporre dei menù per ogni isola in modo da orientare meglio la scelta dei nostri invitati.

Non dimentichiamoci, neanche, di prevedere molti punti di appoggio e molte sedute.

Che siano sedie, sgabelli, divanetti non importa, prevediamone più di quanti siano gli invitati.

E se le sedie non vi bastano, o accettate l’idea di noleggiarle (spendendo qualcosina in più) oppure prevedete dei punti di ristoro alternativi: plaid e cuscinoni per pause relax insolite e affascinanti.

Se non vi dispiace l’idea di sedervi attorno a un tavolo, poi,  potete optare per un tavolo imperiale in cui stare tutti insieme come una sola famiglia.

Opportunamente allestito e arricchito con tovagliati di lino bianchi o antiche tovaglie di famiglia, renderà l’atmosfera unica e quasi surreale.

Attenzione, però, il rischio di cadere nella trappola “festa-di-compleanno” è sempre in agguato e se non si gioca bene con gli allestimenti, si rischia di essere i protagonisti di una banale festicciola in casa.

Sebastian Tiba, Belle foto di nozze
Sebastian Tiba, Belle foto di nozze

Come fare, allora, per personalizzare il vostro buffet di matrimonio fai da te rendendolo unico e inimitabile?

Prima di tutto, assolutamente banditi piatti e tovaglioli di carta. Mi rendo conto che normalmente non si hanno a casa servizi di piatti sufficienti per un alto numero di invitati, ma potete chiederli in prestito a vostra suocera o zia, insomma un po’ a tutta la famiglia. Non abbiate paura di presentare ceramiche diverse l’uno dall’altro, è così di moda e  trendy!

Poi dovete pensare allo stile che vorrete dare al vostro matrimonio e regolatevi di conseguenza. Non si tratta solo di food design, ma di una visione più completa.

L’intera casa deve rievocare lo stile scelto, deve essere personalizzata, ma non troppo.

Troppe foto vostre e troppi oggetti personali in giro – può sembrar strano-potrebbero imbarazzare alcuni ospiti, intendo quelli con poca confidenza come colleghi o lontani parenti.

Io opterei per pochi oggetti personali, piazzati strategicamente in determinati punti clou del ricevimento.

Chi varcherà la soglia di casa dovrebbe poter restare stupito dall’allure creata, dallo stile che si è voluto dare alla festa, dal trovarsi in una dimensione unica e ben definita.

Tenendo ben in mente questi piccoli consigli, iniziate pure a sbizzarrivi con gli allestimenti, usando sempre un pizzico di creatività.

E se avete optato per stili quali shabby chic, boho chic, country chic, ben venga. Allora potrete fare un uso quasi smodato di lanterne, candelabri e tovaglie antiche.

Vasi e diversi tipi di fiori segneranno il confine fra uno stile e l’altro.

Il ricevimento sarà di giorno e non volete rinunciare alle lanterne? Bene, riempitele di fiori o piantine, l’effetto sarà romanticissimo.

E non dimenticatevi mai dei vostri ospiti! Coccolateli con tante piccole sorprese: comode infradito e ventaglietti per il troppo caldo o copertine in pile se si prevede una serata un po’ fresca.

Niente paura, è possibile trovare questi piccoli regalini a piccoli prezzi.

Credetemi, poca spesa, massima resa e gran figurone!

E ora qualche spunto per un buffet fai da te facile e di grande impatto

Un buffet ben organizzato deve essere assolutamente arricchito da ottimo cibo, vario e stuzzicante e soprattutto… già pronto il giorno prima!

Via libera allora a polpettine, torte salate, frittatine, parmigiana, gateau di patate e verdure grigliate da accompagnare a diversi tipi di pane.

Buffet di matrimonio. Ph. Sebastian Tiba, Belle foto di nozze
Buffet di matrimonio. Ph. Sebastian Tiba, Belle foto di nozze

Fa la sua scena anche il tagliere con formaggi abbinati a marmellate e salsine agrodolci e salumi in bella vista, possibilmente appena affettati.

Il tutto innaffiato da buon vino e prosecco abbinati sapientemente alle varie pietanze.

Seguendo la stessa lunghezza d’onda, ottime come primi piatti anche le lasagne o il timballo di riso, magari rivisitati in maniera meno rustica e già porzionati nel piatto.

E come secondo piatto arriva direttamente dalla tradizione inglese, il cottage pie, una sorta di pasticcio di carne e patate davvero molto invitante.

Ma se si vuole restare nella tradizione, anche spiedini di carne o pollo e contorno di patate o verdure al forno vi faranno fare una bella figura.

Sebastian Tiba, Belle foto di nozze
Sebastian Tiba, Belle foto di nozze

Non possono e non devono mancare poi, il buffet dei dolci e della frutta, oltre la torta nuziale che deve essere bella, importante e decorata.

Sul web ormai si trovano tante ricette e tanti tutorial di cake design e non resta che l’imbarazzo della scelta. Ma se non si vuole strafare, si può optare per una torta ad un piano: un piccolo cake topper su, qualche decorazione floreale qua e là e… voilà, il gioco è fatto.matrimonio fai da te, buffet di dolci: cup cakes

Angoli gourmet, tra l’insolito e il tradizionale

E per arricchire ancor di più la festa e il buffet fai da te, perché non optare per veri e propri angoli gourmet, magari pensati per tipologia di invitato?

Oltre alle  straviste confettate e caramellate, suggerirei di creare dei veri e propri corner specifici per maschietti e signore, come si faceva un tempo.

Mi spiego meglio: piuttosto che predisporre soltanto l’angolo Hemingway con sigari, buon rum e cioccolato per i maschietti, io prevederei specularmente un angolo délice con macaron, cup cake e  varietà di thè per le signore, allestiti a tema e volutamente diversi l’uno dall’altro. Atmosfera romantica e sognante per le signore e stile un po’ più vintage con vecchie casse di frutta rivisitate in chiave country per i signori.

E il candy bar lo lascerei ai bimbi anche se, naturalmente, aspettatevi sempre che i gruppi si mescolino e che tutti assaggino tutto.

Se, invece, si vuole rimanere in un ambito più generale, si potrebbe optare per un coffee bar con selezione di cialdine di caffè e biscottini fatti in casa.

Ma ne vale la pena?

A questo punto,  prima di avventurarvi nel fantastico mondo del buffet fai da te per il matrimonio, io vi consiglio di chiedervi sempre: ne vale veramente la pena?

Cucinare e preparare tante pietanze il giorno prima delle nozze, predisporre tutto ed essere vigile anche il giorno del matrimonio non è uno scherzo e a voler strafare, molte volte il fai da te non aiuta a economizzare.

Quindi?

Lanciatevi in questa impresa solo se amate davvero la cucina e avete esperienza nella preparazione di pietanze per molte persone. E se l’esperienza vi manca, bé… non scoraggiatevi, perché i mesi dei preparativi son fatti di  lunghi giorni e con costanza e impegno a lungo termine si può riuscire in tutto.

In fin dei conti, l’ingrediente principale, quello che non deve mancare mai, è l’amore e la passione per tutto ciò che fate.

Forza, allora, non vi resta che mettervi subito all’opera!

Stefania Boemi

nozze Fai da te e decor

diy@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: