Save The Date: tutto quello che c’è da sapere

Finalmente avete ricevuto l’attesissima proposta di matrimonio e avete fissato la data. Ottimo! Ora non vi resta che annunciarlo ad amici e parenti, in modo che si possano organizzare per partecipare al vostro grande giorno.

Uno dei trend di maggior successo negli ultimi tempi è l’invio dei Save The Date: un’anticipazione della partecipazione vera e propria (che conterrà tutti i dettagli del matrimonio), con indicata la sola data del matrimonio… insomma, un “non prendere impegni!”.

ph. Claudia Calà

Ecco quindi una guida dettagliata su tutto quello sa sapere prima dell’invio del Save The Date.

Save the date: è obbligatorio?

Come per tutte le cose che riguardano l’organizzazione del matrimonio, salvo la presenza degli sposi, l’invio del save the date non è assolutamente obbligatorio, ma solo una libera scelta.

Inviare il save the date ha però i suoi vantaggi, primo tra tutti “prenotare” i vostri amici e parenti il prima possibile, così da evitare che si ritrovino, all’ultimo, con due impegni nello stesso giorno.

Inoltre è un primo assaggio del tema e dello stile che avrà il vostro matrimonio e metterà in fibrillazione tutti i vostri ospiti.

Creazione di Mugga Design

Save the date: quando si invia?

La risposta più ovvia, sempre nell’ottica di avvisare tutti gli ospiti, è il prima possibile.

Ovviamente dopo aver stabilito per certo la data, così da evitare dei reminder e serate a richiamare tutti! 6-8 mesi prima del matrimonio è un tempo sufficiente per dar modo a tutti di organizzarsi, chiedere ferie, prenotare eventuali alloggi o aerei e per non prenotare vacanze nello stesso periodo, soprattutto se vi sposate nella stagione estiva.

Save the date: a chi inviarlo?

A tutti i vostri ospiti certi fin da subito: si sa che ogni coppia di sposi ha degli invitati secondari (brutto da dire ma è proprio così), quelli su cui si ragiona fino all’ultimo, i cugini di settimo grado, le amiche della mamma, quelli invitati per raggiungere un numero minimo… quelli meglio evitare ed inviare solo la partecipazione al momento opportuno.

Cartaceo o via e-mail?

Se siete una coppia giovane e i vostri ospiti sono giovani, alla mano e avvezzi alla tecnologia, potete anche pensare di mandare tutto via mail, anche se non riuscirete a raggiungere tutti in questo modo (per esempio i nonni).

Inoltre molti ospiti amano poter conservare un ricordo materiale del vostro matrimonio, quindi in questo caso dovrete optare per un formato cartaceo.

Save the date: quali informazioni contiene?

Senza voler sembrare troppo banali, ovviamente il save the date dovrà contenere il nome degli sposi, oltre alla data del matrimonio.

Se l’avete già scelta potete azzardare anche la location, ma tenete presente che questo tipo di invito è solo un “pre-invito” e non è necessario date tutti i dettagli, soprattutto se non ne siete ancora sicuri al 100%.

ph. Sergio Amici

Come già anticipato, il save the date dovrà richiamare in tutto o in parte il tema o il colore scelto per gli allestimenti del vostro matrimonio, in modo da rendere tutto coordinato ed omogeneo.

Scegliete un carattere, una fantasia particolare o un dettaglio e ricordatevi di utilizzarli anche per le partecipazioni e per tutto l’allestimento grafico.

save the date

Elisa Cornelli

Senior fashion editor

elisa.cornelli@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: