Come scegliere il fotografo per il matrimonio, guida per gli sposi

Una delle scelte più delicate per i futuri sposi è quella del fotografo per il matrimonio.

Sul mercato infatti ci sono i più diversi tipi di professionisti (oltre ad alcuni improvvisati da evitare), ognuno con il suo stile e le sue caratteristiche, da valutare attentamente prima dell’ingaggio.

sposi sergio amici
Fotografo matrimoni Sergio Amici, Piacenza

Il risultato finale sarà l’album di nozze, ma non è da sottovalutare la prestazione stessa che verrà svolta da chi ingaggerete il giorno del matrimonio.

Ci sono fotografi infatti che si muovono da soli, altri in team, con un addetto alle luci o un video operatore.

Alcuni saranno molto discreti e faranno le foto del matrimonio senza che sposi e invitati se ne accorgano.

Altri invece saranno più coinvolgenti, facendo mettere in posa infinite volte i festeggiati, i parenti e gli amici, fino ad arrivare in alcuni casi a rubare la scena agli sposi stessi.

Come scegliere il fotografo matrimonio?

Per scegliere il fotografo giusto per il vostro matrimonio innanzitutto si può partire dal passaparola. Sembra scontato, ma chiedere ad amici, colleghi e conoscenti che hanno già avuto esperienza diretta sul campo è uno dei modi più efficaci per avere una persona fidata a scattare le foto.

Dai loro pareri si potrà capire anche di che tipo di fotografo si tratta, che prezzi ha e, dando un’occhiata ai loro album di nozze, rendersi conto se il tipo di stile piace oppure no.

In caso affermativo si potrà chiedere un appuntamento e parlare con lui di persona.

Parola d’ordine è ottimizzare i tempi

Il problema dei futuri sposi che organizzano il loro matrimonio è il tempo. Chiedendo in prima battuta ad amici e colleghi si potrà effettuare una prima scrematura, evitando di fare giri inutili.

Un altro modo per risparmiare tempo è andare alle fiere specializzate per matrimoni, dove gli stand dei fotografi sono sempre numerosissimi.

L’effetto “mercato delle vacche” è notevole, ma almeno in un pomeriggio si potranno vedere tanti album realizzati da altrettanti fotografi e chiedere direttamente i preventivi in loco.

Ph. Sergio Amici

Cercare il fotografo matrimonio sul web

Anche la ricerca su internet è ovviamente imprescindibile, sia cercando sui portali che aggregano i fornitori di servizi, che direttamente dai siti dei fotografi che sicuramente avranno uno spazio con le foto scattate ad altri matrimoni.

C’è poi la scelta del fotografo in base all’album. Dopo aver esaminato il tipo di offerte presenti sul mercato, ed essersi fatti un’idea dei prezzi, si deve quindi capire qual è lo stile fotografico adatto alle proprie nozze e che tipo di album si vuole comporre.

Ce ne sono di tanti tipi:

  • l’album classico
  • il fotoreportage
  • l’album libro che sta prendendo molto piede negli ultimi anni

L’album libro (o album creativo), a differenza di quello classico, con le foto incollate alle pagine, sfrutta molto di più la grafica e utilizza le pagine dell’album stesso come sfondo dove far comparire le foto.

In questo caso starà alla bravura e all’originalità del fotografo o del grafico accontentare gli sposi, a seconda dei loro gusti e delle loro esigenze.

Come sempre è la prima impressione quella che conta.

Dopo una prima scrematura, avendo individuato lo stile e il tipo di album che si vorrebbe per le proprie foto di nozze, si può approfondire la conoscenza di due o tre fotografi a cui chiedere un preventivo dettagliato (che cosa è incluso e cosa no, se vorrà cenare seduto al tavolo dei fornitori oppure no, i tempi di realizzazione dell’album, la quota per l’acconto e il saldo, eventuali penali ecc.).

Il 90% della scelta si baserà però sui precedenti album realizzati e che visionerete nel suo atelier.

Se sarà stato in grado di valorizzare con le sue foto qualsiasi tipo di sposi, in diverse situazioni, anche metereologiche, sicuramente sarà un bravo professionista.

In sede di preventivo potrete poi fargli tutte le vostre domande e valutare se le sue risposte sono state esaurienti.

Dopo aver scelto il fotografo per il vostro matrimonio, non vi rimane altro che aspettare il grande giorno e godervelo fino in fondo.

Andare in viaggio di nozze e portare pazienza.

Quanto fanno aspettare i fotografi prima di dare le foto agli sposi?

A volte i tempi di realizzazione dell’album sono davvero biblici (ma questi andranno comunque concordati prima).

L’importante è capire che tipo di persona si ha davanti e valutare in base al suo stile e soprattutto alle sue foto se è adatto ad essere il fotografo ufficiale per il vostro matrimonio.

Di solito, guardando i suoi lavori precedenti, il suo laboratorio e facendo con lui una o più chiacchierate (oltre al consiglio degli amici in caso di passaparola) è difficile sbagliare.

foto matrimonio
©-Rocco_Ancora

Il servizio di matrimonio secondo il fotografo

Rocco Ancora, celebre fotografo di matrimonio, inserito nella “Top Ten Photographers in the World” dalla rivista American Photo, ed esperto di stampa fine art, ci illustra cosa conti veramente nelle fotografie di matrimonio e quanto sia importante preservare il ricordo di questi attimi su una carta che resista alla prova del tempo.

Una delle esigenze più sentite dai futuri sposi è la volontà di immortalare i momenti più magici del loro matrimonio ed assicurarsi che siano tramandati in immagini alle generazioni future.

Il potere emotivo delle immagini, spiega Rocco Ancora, Ambassador di Canson Infinity, richiede che queste possano continuare a vivere sulla giusta carta fine art.

Le emozioni e la loro trasmissione su carta

“Ritengo che nel mio lavoro la componente emotiva ricopra un ruolo fondamentale: un buon fotografo deve saper immergersi nell’atmosfera del momento, condividerne le emozioni”, spiega Rocco Ancora.

“Durante gli shooting fotografici, cerco di catturare quegli istanti che generano in me sensazioni positive, le stesse che il più delle volte sono condivise dagli stessi sposi.

Il mio lavoro non è solo quello di raccontare la storia di un matrimonio ma anche di dar vita ad immagini senza tempo, che possano essere ammirate anche dalle generazioni a venire”.

Le emozioni sopravvivono all’attimo dello scatto fotografico ma, se alcuni ricordi possono sbiadire con il tempo, mettere su carta questi momenti significa immortalarli e potere trasmetterli ai posteri.

Foto matrimonio bianco e nero
© Rocco_Ancora, fotografo matrimonio

Stampare la propria storia familiare

“Credo che ci sia qualcosa di straordinario nella stampa fotografica, qualcosa che si trasmette di generazione in generazione. Ricordo di avere sfogliato, ancora bambino, gli album fotografici assieme ai miei nonni. Ora loro non ci sono più ma io porto con me il loro ricordo anche grazie a quelle fotografie, mantenendo viva una connessione”, dice Ancora.

“Una fotografia su carta genera emozioni che sono molto più intense di quelle suscitate dallo schermo di un computer”.

fotografo matrimonio“Il modo migliore per garantire la trasmissione dei ricordi è investire in riproduzioni di tipo fine art ed uno degli elementi più importanti da considerare è la qualità della carta, la quale dovrebbe sempre essere in fibre naturali di cotone e mai essere trattata con azzurrante ottico. La scelta della giusta carta è per me parte integrante del processo creativo e risponde a criteri ben precisi, a partire dalla migliore resa di toni e colori.

Fotografo matrimonio: “L’importanza di scegliere la giusta carta”

Grazie all’ampia gamma di carte fine art messe a disposizione, Canson Infinity permette a Rocco Ancora e a tanti altri fotografi di sapere quale sarà il risultato finale che seguirà i loro scatti.

“Quando cerco di esprimere una sensazione di leggerezza, utilizzo una carta fine art in 100% cotone, con una superficie liscia. Un altro criterio fondamentale è la longevità della carta”.

“Le stampe fotografiche sono un lascito che deve resistere al passare del tempo. Se stampate e conservate correttamente, le fotografie possono mantenere il loro aspetto originale per moltissimi anni”.

In poche parole, possiamo contare sul fatto che i nostri figli, nipoti e pronipoti ne apprezzino la bellezza così come oggi lo facciamo noi… difficile immaginare che una penna USB o un hard-disk portabile suscitino le stesse emozioni.

Panorama Sposi

Web magazine sul mondo del wedding. mail: info@panoramasposi.it

1 Comment
  1. Ciao,
    direi che più di tutto è importante avere un fotografo qualificato e bravo. Non essendo noi in grado di giudicare direttamente il lavoro dei fotografi (difficile trovare album brutti e di certo non ci vengono mostrati). I momenti non tornano indietro. Un fotografo con certificazioni è indispensabile. Pensate che io ho scelto il fotografo premiato da notevoli riviste straniere come il fotografo italiano più desiderato dagli stranieri che si sposano in Italia. Devo dire che i risultati si vedono eccome, anzi, ti mette in difficoltà scegliere fra tanti scatti perfetti. Scatti che trasmettono emozioni.
    Saluti
    Guido Favotto

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Vieni a trovarci anche su: