Matrimonio a prima vista, quando il “sì” è al buio

matrimonio a prima vista

Ma qualcuno di voi lo ha visto Matrimonio a prima vista tutti i martedì su Sky Uno? Io sì, non me ne sono persa una puntata. Stavolta gli autori si sono superati: basta abiti e castelli da sogno, qua abbiamo visto ben altro. Il concept è semplicissimo: un team di esperti ha formato tre coppie di sconosciuti che si sono sposati, sono andati in luna di miele, hanno vissuto il matrimonio per un mese e alla fine hanno deciso se rimanere sposati o chiedere il divorzio.

Ma si può fare una cosa del genere? “Insomma, il matrimonio è un vincolo sacro, il fondamento della nostra società, mica il grande fratello!”. “Ma come si fa a sposare uno sconosciuto dai?!”. Ma che palle che siete! E poi fino a non molti anni fa, e in molti pezzi di mondo tutt’ora, sposare sconosciuti è normale. Quindi muti che ieri sera c’è stata la finale.

La prima coppia a prendere la decisione finale è stata quella formata da Jemie e Doug. Lei: ragazza bellissima e dolcissima, dal passato burrascoso in cerca di tranquillità e sicurezza. Lui: bruttino, ammettiamolo, ma dolce come pochi. All’altare Jemie, nonappena ha visto per la prima volta il suo sposo, è scoppiata in lacrime a causa dell’aspetto effettivamente poco invitante di lui.

E così ha continuato a fare per quasi tutta la luna di miele, della serie “senti bello, non azzardarti a sfiorarmi nemmeno l’avambraccio che mi fai schifo”. Ma poi piano piano, grazie alla pazienza gigante di Doug, i due si sono innamorati davvero tanto che alla fine hanno deciso di continuare il loro matrimonio. Molto dolci.

Successivamente abbiamo assistito alla scelta di Monet e Vaughn. Tra loro c’è stata fin da subito un’attrazione fisica che li ha accompagnati sotto le lenzuola direttamente la prima notte di nozze, ma quando si trattava di fare quattro chiacchiere in serenità sul divano, volavano coltelli e odio e si volevano menare. Ci hanno provato in tutti i modi a stare insieme senza insultarsi, ma non c’è stato nulla da fare. Così hanno deciso di chiuderla qui e a noi dispiace tantissimo.

Ed infine gli splendidi Cortney e Jason: giovani, belli, simpatici, madò tutte loro ce le hanno? E non ci riuscivano a trovare uno straccio di marito? Evidentemente no. Colpo di fulmine per loro e conferma del loro amore anche alla fine del programma.

Che carini, bravi tutti.
Adesso sono finiti tutti i programmi fichi dei matrimoni. E io non so più cosa guardare. Consigli?

Leggi le recensioni di tutte le puntate della seconda stagione di Quattro matrimoni in Italia.

Matrimonio a prima vista Italia, il programma americano nel 2016 arriva da noi.

Brolli Sposi

Collaboratrice

brollisposi@gmail.com

Vieni a trovarci anche su: