Federica e Jacopo: un matrimonio anni 20

Per la rubrica Real Wedding, oggi conosciamo Federica e Jacopo, una giovane coppia di sposi di Recanati che ha organizzato un bellissimo matrimonio a tema anni 20, seguendo le ispirazioni del film “Il grande Gatsby“.

matrimonio anni 20
Federica e Jacopo, matrimonio anni 20



Siamo Federica e Jacopo, due ragazzi di Recanati, paese in provincia di Macerata.

Siamo sposati da un anno e mezzo, e lavoriamo insieme nel supermercato che il nonno di Jacopo gli ha lasciato in gestione ormai da 4 anni. Quindi, come potete ben capire, condividiamo proprio tutto insieme, casa e lavoro… da pazzi, direte voi, ma probabilmente ciò rappresenta il nostro punto di forza: siamo grandi complici, prima di essere marito e moglie.

La nostra è una storia nata dall’infanzia, poiché nonostante un anno di differenza, siamo cresciuti insieme, stesse scuole, stessi amici e vicini di casa.

Ciò che mi colpì di Jacopo fin da bambina fu il fatto che mi facesse sorridere e che mi facesse sentire una persona speciale per lui, anche se avendo avuto sempre un debole per il sesso femminile, non sapevo fino a che punto fosse sincero!

Da parte sua, invece, ciò che lo colpì di me fu la dolcezza, la spontaneità e la comprensione che avevo nei suoi confronti, tanto da capire di essere fatti l’uno per l’altra e che un giorno qualcosa sarebbe accaduto.

Crescendo, però, ognuno ha fatto le proprie esperienze, ha intrapreso i propri percorsi e ci siamo persi un po’ di vista, fino a quando all’età di 22 e 23 anni ci siamo ritrovati ad una festa di amici in comune e, da lì, è riscoccata la scintilla.

L’organizzazione del matrimonio anni 20

Da quel momento è iniziata la nostra storia d’amore e, nel giugno 2015, ci siamo sposati.

L’idea era nell’aria e al rientro di un viaggio a Zanzibar, nel 2013, è arrivata la proposta di matrimonio da parte di Jacopo con tanto di anello… inutile spiegare la gioia e la realizzazione di un sogno.

Organizzare un evento di questo genere non è mai facile, ma in fondo abbiamo avuto le idee molto chiare fin da subito: dalla scelta della fotografa Cristina Affede, al videomaker Lucky Assembler, fino alla fioraia, tutti fornitori conosciuti in occasione di matrimoni di amici e familiari. 

Per la location, invece, abbiamo optato, con grande soddisfazione, per il Casolare dei Segreti a Treia, un vecchio casolare ristrutturato con rispetto e cura dell’ambiente, tra le splendide colline delle Marche, dove la Famiglia Lucamarini ci ha accolto calorosamente.

Una cucina molto legata alla tradizione della nostra regione che utilizza ingredienti di alta qualità e stagionalità. Proprio quello che cercavamo!

Per intrattenere gli ospiti durante il pranzo abbiamo chiamato il cantante Fabio Alfieri, accompagnato dalla band dal vivo, mentre per l’happy hour e per la serata ci siamo affidati a dei dj.

Il nostro obiettivo, nell’organizzazione del nostro matrimonio a tema anni 20, era far trascorrere ai nostri amici e parenti una piacevole giornata di festa insieme a noi, motivo per cui abbiamo messo a disposizione una corriera che portasse tutti i nostri ospiti, senza pensieri e preoccupazioni, dalla chiesa al ristorante e ritorno.

Inoltre, non poteva assolutamente mancare il maggiolone bianco cabrio di una mia cara amica di scuola che ha da sempre promesso di accompagnarmi in chiesa con questo bellissimo mezzo d’epoca.

Il tema del matrimonio anni 20

Essendo io una fanatica degli anni 20, abbiamo ricreato questa atmosfera ispirandoci al film “Il Grande Gatsby” soprattutto nella scelta degli abiti, della grafica per le partecipazioni, del tableau de mariage e delle composizioni floreali in chiesa.

Per non creare troppi disagi ai nostri invitati, non abbiamo richiesto obbligatoriamente un abbigliamento in stile anni 20, ma alcuni di loro, come le mie amiche di scuola, hanno accettato.

Matrimonio anni 20, la scelta dell’abito da sposa

Ciò a cui tenevo di più, però, era la scelta dell’abito da sposa, poiché essendomi diplomata in un istituto d’arte con indirizzo moda ed avendo una grande passione per la moda e gli accessori, non potevo accontentarmi.

Sono sempre stata convinta che ogni abito rappresenti il carattere di una sposa e il mio non poteva essere da meno, infatti, adorando la femminilità, l’eleganza e i dettagli, ho iniziato a ricercare sul web abiti che avessero queste caratteristiche, indipendentemente dal costo, almeno per riuscire a farmi un’idea di quello che volevo.

L’attenzione non è che potuta ricadere sugli abiti di Berta, Inbal Dror e Galia Lahav, tre stiliste di enorme successo che, a mio parere, realizzano capi con attenta scelta dei tessuti e materiali di qualità e unicità.

Da qui ho cercato quale fosse l’atelier più vicino che trattasse almeno uno di questi marchi, e con grande sorpresa, ho scoperto che a Piacenza c’era un atelier che tiene tutte e tre le maison.

All’inizio ero un po’ titubante nel fare 4 ore di auto per andare a vedere un vestito da sposa, ma poi ripensandoci bene mi son detta “ci si sposa una sola volta nella vita e provare non costa nulla!”.

Quindi, accompagnata da mia madre e da una delle mie testimoni, siamo andate alla volta di Piacenza. Mi è bastato provare solo tre abiti ma il primo, di Inbal Dror, è stato amore a prima vista.

Il pizzo, la schiena scoperta, una profonda scollatura nel davanti e le giuste aderenze mi hanno conquistata, ma senza versare lacrime, perché probabilmente mi ero sempre immaginata così l’abito dei miei sogni.

Per il tocco in stile anni 20 abbiamo abbinato un fermaglio di Jenny Packham spettacolare.

Mentre Jacopo, per il suo vestito, si è rivolto ad una nota sartoria da uomo della zona, Luca Paolorossi, che confeziona capi su misura e anche lui si è trovato molto soddisfatto della scelta. Ovviamente con meno paranoie di noi donne!

Comunque, a parte questo, è stato il giorno più importante della nostra vita, in cui si è concretizzato il nostro amore davanti alla legge, a Dio e a tutte le persone a cui vogliamo bene.

Troppo breve per essere stato così bello, troppo breve per essere stato così intenso, troppo breve per essere stato cosi vero…

Matrimonio anni 20, Federica e Jacopo
Matrimonio anni 20, Federica e Jacopo

Credits

Abito da Sposa: Inbal Dror
Abito da Sposo: Sartoria: 
Luca Paolorossi
Location: Casolare dei Segreti
Fotografia: Cristina Affede
Videomaker: Lucky Assembler

Se anche voi, come loro, vi siete già sposati, oppure siete in procinto di convolare a nozze e volete raccontarci la vostra storia, scriveteci a redazione@panoramasposi.it, saremo felici di pubblicare i vostri racconti e le vostre foto.

Elisa Cornelli

Senior fashion editor

elisa.cornelli@panoramasposi.it

Vieni a trovarci anche su: