Nozze country, consigli per arrivare all’altare con stile

“- Non abbiamo molto tempo a disposizione, penso che per prima cosa tu abbia bisogno di una zucca! – La zucca si alzò lentamente sul fusto e in un attimo diventò una stupenda carrozza.
– Ora, abbiamo bisogno di alcuni topi! – e subito i topini furono trasformati in quattro cavalli grigi pomellati che furono subito attaccati alla carrozza”.

Quale sposa non sogna di fare un ingresso da favola come Cenerentola? Magari non tutte vogliono trasformarsi in principessa e farsi accompagnare in chiesa da quattro cavalli bianchi, ma tutte, e dico tutte, si arrovellano per stupire invitati e futuro marito con un arrivo in chiesa trionfale.
Insomma, lo sposo è arrivato (il come interessa a pochi), gli ospiti sono arrivati, il prete si spera sia pronto, tutti stanno aspettando la sposa… ci sono aspettative da soddisfare! Allora che grande arrivo sia!
E non vuol dire, per forza, arrivare in Lamborghini o Ferrari, che sì, sono macchine bellissime, ma forse sono anche un po’ troppo inflazionate!

foto 1-1000

Simone Berna Ph. www.simonebernaphoto.com
Ph. Simone Berna www.simonebernaphoto.com

Le alternative per un matrimonio non convenzionale sono tantissime, dal vecchio Maggiolone dello zio, alla Vespa anni ’50, passando, perché no, anche da una super ecologica e molto simpatica bicicletta!

Ph. Simone Berna www.simonebernaphoto.com
Ph. Simone Berna www.simonebernaphoto.com

Le macchine anni ’50 e le Vespe sono perfette per un matrimonio vintage, shabby e informale; trasmettono immediatamente simpatia e freschezza. Bellissimo, per un matrimonio estivo, l’arrivo su un Maggiolone decapottabile!

Perché è vero, la macchina serve alla sposa per l’arrivo in chiesa, ma serve anche per la coppia, finalmente sposata, per raggiungere insieme la location della festa. Sarà il loro ingresso da marito e moglie e avranno tutti gli occhi puntati addosso!

Ph. Sonia Garbelli - Wish Lab
Ph. Sonia Garbelli – Wish Lab

Se invece il matrimonio segue di più uno stile country, ci sono diverse e simpatiche possibilità per fare un ingresso memorabile.
Il “mezzo” di trasporto più country in assoluto è il cavallo! Ovviamente bisogna saperlo montare per non rischiare di fare una bella caduta a faccia in giù proprio davanti all’ingresso della chiesa! Non sarebbe molto divertente arrivare dal vostro futuro marito graffiate e sporche di terra….
Oppure, molto meglio, lasciate il cavallo al vostro lui e arrivate con qualcosa di più comodo e pratico, anche in considerazione dell’abito da sposa che ha, sicuramente, molte caratteristiche, ma pochi possono essere definiti anche comodi!
Di sicuro, comunque, sarebbe un arrivo che farebbe parlare per giorni e giorni!

Ph. Andrea Pasquali www.andreapasquali.it
Ph. Andrea Pasquali www.andreapasquali.it

Per ovviare all’incapacità di montare si può pensare ad una carrozza ma, per piacere, che sia una cosa modesta! Niente cocchiere in livrea, niente pizzi, fiocchi e brillantini… se country deve essere allora che sia semplice, rustica e poco addobbata.

Infine, perché non arrivare al ristorante, insieme a vostro marito, in bicicletta?
In un bel pomeriggio d’estate è una soluzione giovane, ultra ecologica (oltre che economica) e divertente. Se poi la location è immersa nella campagna vi assicurate delle foto bellissime!
Unico dettaglio: chiesa e location devono essere vicine.
E se fosse un tandem? E facciamoli pedalare questi uomini! In fondo non sono loro a portare i pantaloni?

Ph. Andrea Landini www.landinigrafica.it
Ph. Andrea Landini www.landinigrafica.it

balilla per matrimonio

Sullo stesso argomento: 5 consigli per essere impeccabili, Consigli di stileLa scelta della musica giusta

Elisa Cornelli

Senior fashion editor

elisa.cornelli@panoramasposi.it

Vieni a trovarci anche su: