Corso in “Bridal Style” nell’atelier di Alessandra Rinaudo a Milano

Alessandra RinaudoTaffetà o chiffon per l’abito da sposa? Su quali fisici cade meglio un modello scultoreo? Come coordinare l’abito di mamme, suocere e testimoni? Sono tante le domande che affollano la mente di una futura sposa alle prese con l’emozionante scelta dell’abito dei suoi sogni e spesso chi le sta vicino non è in grado di dare un parere oggettivo e competente. Per chiarire tutti questi dubbi, ma anche per preparare figure professionali capaci di consigliare le spose nella cura della propria immagine in vista del grande evento, Komax srl ha ideato il corso della durata di una giornata, “Bridal Style“.

Docente la fashion designer Alessandra Rinaudo, fondatrice di Nicole Spose, creatrice di collezioni da sogno e volto noto del programma “L’Abito dei Sogni” su Real Time. Gli iscritti saranno accolti nell’atelier di Alessandra, a Milano in via Montenapoleone, e potranno affrontare interessanti temi: la scelta dell’abito (vestibilità, ricerca stilistica e tessuti, con focus su prestazioni e problematiche), la preparazione dell’appuntamento con la futura sposa, la gestione delle problematiche psicologiche connesse al momento di forte stress, la scelta degli accessori. Ma anche come si porta l’abito nei momenti più importanti della cerimonia, consigli per la vestizione, coordinamento delle damigelle, il look delle testimoni e della madre della sposa.

Durante il corso, interverrà anche Marta Merlini, wedding planner e gestore di Cascina Boscaccio, che tratterà argomenti più specifici relativi alla sua professione: la collaborazione tra wedding planner, atelier e clienti, il coordinamento dell’abito con il mood del matrimonio.

Panorama Sposi ha intervistato Alessandra Rinaudo. Ecco cosa ci ha risposto.

Quali sono i primi passi che una futura sposa deve fare per scegliere l’abito?
Sicuramente avvicinarsi al mondo della creatività stilistica dedicata alla sposa è molto utile per avere un’idea dei vari stili, dei volumi, dei materiali attualmente in voga, perciò internet, riviste, esposizioni, sfilate sono di grande stimolo per la fantasia femminile. Ogni sposa però deve partire dal punto di vista della propria caratterialità, fisicità e stile generale desiderato per la cerimonia. Primo passo: stabilire uno stile generale di tutto l’evento (sobrio, “da principessa”, moderno, classico ecc..). Questo passaggio aiuta senz’altro ad avere un’armonia di tutti gli elementi coinvolti nella cerimonia, compreso l’abito. Secondo passo: rivolgersi ad ateliers di rinomata serietà e professionalità, perché il servizio che bisogna dedicare alla sposa è fondamentale tanto quanto il modello scelto. Un abito bellissimo ma che veste male, o ha l’orlo mal fatto, si vede… eccome !

Quali saranno le tendenze per le nozze del 2015? Ci sono dei “must have”?
La tendenza in assoluto più evidente è il romanticismo, in tutte le sue interpretazioni: dai volumi importanti ai materiali, quali pizzo francese, tulle, ricamo, fino ad arrivare ai veli lunghi ed arricchiti di centine preziose. Le ragazze scelgono consapevolmente di sposarsi dopo averlo sognato e desiderato e, una volta deciso di compiere il grande passo, vogliono goderne ogni attimo; si sentono principesse e come tali vogliono apparire. I miei must have: il velo e le scarpe, che devono essere degne del passo più importante della vita di chi le indossa.

Matrimonio in chiesa e matrimonio in comune o in location, cambia anche lo stile dell’abito?
Direi che vale più che mai la regola della cosa giusta al posto giusto. La vera eleganza sta anche e soprattutto nello scegliere l’abito in sintonia con la location, sia per quanto riguarda il volume sia per le eventuali scollature, che vanno “calibrate” in rispetto dei luoghi. A volte un cambio dell’accessorio può trasformare la percezione dell’abito e modificarlo dalla cerimonia al ricevimento.

Di cosa si occupa una Bridal Stylist?
In generale di tutto ciò che indossa la sposa (abito, velo, accessori, acconciatura, scarpe), di consigli per un bouquet proporzionato, consigli di make-up, fino al modo di indossare l’abito e di comportarsi, ma anche, nel mio caso, dell’immagine (campagne pubblicitarie e presentazioni, sfilate, cioè tutto lo scenario in cui “l’abito si muove”).

Nel vostro corso come verranno armonizzate teoria e pratica?
Con grande semplicità si andranno a valutare esempi concreti, avendo a disposizione sia gli abiti, sia i tessuti, sia materiale fotografico. Tratteremo dei vari argomenti con una parte di esposizione e un momento di domande aperte.

Abiti_Alessandra Rinaudo

A chi si rivolge il corso?
Il corso si rivolge a future spose in cerca di chiarimenti prima del fatidico giorno, a persone che vogliano avviarsi verso la nuovissima professione di “Bridal Stylist”, ma anche a wedding planner e a personal shopper che desiderino specializzarsi in questo particolare e sempre più richiesto servizio.

Data: mercoledì 26 novembre 2014
Orari: dalle ore 10,00 alle ore 18,00 (con 1 ora di pausa libera)
Sede: Atelier Alessandra Rinaudo, Via Montenapoleone 6, Milano.

Costo del corso: € 290 (Iva esclusa)
La quota comprende le lezioni, il materiale didattico, attestato di partecipazione (non sono quindi inclusi pasti, trasporti e accomodation).

Per informazioni e iscrizionisegreteriacorsi@komaxsrl.com

Panorama Sposi

Web magazine sul mondo del wedding. mail: info@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: