Il matrimonio di Elisa e Maurizio: un inno all’eleganza

Oggi, per la rubrica Real Wedding e attraverso il racconto della sposa, vi presentiamo una coppia di come non se ne vedono spesso: giovane ma con un’eleganza senza tempo, raffinata e romantica senza eccessi ed esagerazioni: sono Elisa e Maurizio.

Siamo Maurizio, agente immobiliare di Albenga ed Elisa, commercialista ad Alassio. Ci siamo conosciuti circa 10 anni fa per caso quando, insieme a mio fratello, andai a comprare un televisore alla Trony, dove all’epoca Maurizio lavorava come addetto vendite, oltre a svolgere il lavoro di personal trainer.

Per 10 anni, poi, non ci siamo mai più rivisti finché, a febbraio 2015, la mia amica, nonché testimone di nozze, Nadia mi dice che ha iniziato a seguire un corso di crossfit con un istruttore carino: immagino subito sia quel ragazzo che avevo conosciuto 10 anni prima, chiedo qualche informazione in più e scopro che il suo istruttore non è Maurizio, ma scopro comunque che Maurizio era stato suo compagno di scuola alle elementari.

Da lì gli chiedo l’amicizia su Facebook ed iniziamo a scriverci, finché l’8 marzo arriviamo al primo appuntamento.

Il matrimonio di Elisa e Maurizio: la proposta dopo due mesi

Da subito abbiamo avuto entrambi la sensazione che ci conoscessimo da sempre, non sembravano passati 10 anni, era come se fossimo sempre stati insieme ed era evidente come ci completassimo a vicenda, tanto che dopo soli 2 mesi mi chiede di sposarlo.

Eravamo a Santa Croce, un punto panoramico ad Alassio, a picco sul mare, e all’interno di una conchiglia che avevamo raccolto insieme il giorno prima in spiaggia aveva nascosto l’anello.

Non sono mai stata una persona impulsiva, anzi, estremamente razionale ma non ho dovuto ragionare molto per prendere la mia decisione, la mia risposta è: Sì, LO VOGLIO.

Abbiamo quindi subito iniziato a pensare ad una data; inizialmente volevamo sposarci a settembre dello stesso anno ma poi abbiamo deciso di fare tutto con più calma e, così, abbiamo deciso che il 10 settembre 2016 sarebbe stato perfetto.

Il matrimonio di Elisa e Maurizio: le scelte più importanti

La chiesa che sognavo da sempre, San Matteo di Laigueglia, era disponibile e così anche la location Villa Lagorio a Celle Ligureforse, anzi sicuramente, un segno del destino!

Da subito ho voluto farmi consigliare dal mio super wedding planner Federico Silvestri, conosciuto al recente matrimonio della mia seconda testimone Marina e che ha saputo consigliarmi il meglio ma soprattutto ha saputo esaudire i miei desideri.

Anche la scelta del fotografo è stata semplice, conosciamo entrambi Gabriele Lupo da anni ed oltre ad essere un amico è davvero un bravissimo professionista.

matrimonio elisa e maurizio

Semplicità ed eleganza: le parole chiave del matrimonio

Fatte le scelte basilari, è iniziata l’organizzazione nei minimi dettagli; quello che volevo trasparisse era la semplicità dell’eleganza, perché, come disse Giorgio Armani “L’eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare” e, diciamo, era proprio quello che volevo dal nostro matrimonio, che fosse ricordato.

Da qui la scelta dei colori grigio perla e rosa antico per gli allestimenti e di calle e orchidee per le decorazioni floreali; il tutto con stile molto sobrio ma ricercato grazie anche alla mano raffinata di Federico.

Ovviamente la scelta della carta per le partecipazioni non poteva stonare, ho scelto la carta artigianale di Amalfi su cui ho fatto pressare le nostre iniziali in rilievo, davvero molto belle; carta su cui abbiamo anche scritto i nomi dei tavoli al ricevimento, chiamati tutti con nomi di dive famose come Audrey, Marilyn, Grace e come una diva ho fatto il mio arrivo in chiesa: foulard sulla testa, occhiali alla Audrey Hepburn, su uno splendido Maggiolone bianco panna del 1956 guidata da mio papà evidentemente agitato.

La scelta dell’abito da sposa

Anche la scelta degli abiti ha seguito le stesse linee guida: per me il modello Audrey dell’Atelier Couture Hayez di Milano dove Loriana e Christine hanno saputo interpretarmi al meglio consigliandomi l’abito dei miei sogni.

Appena l’ho indossato non ho avuto dubbi, era lui, la seta di organza della gonna ed il raso del corpetto mi davano esattamente quella sensazione di raffinatezza che desideravo.

Lo stesso giorno ho trovato anche le scarpe perfette da Rizieri, a Milano: modello Marilyn (se non è destino questo!).

Per Maurizio, invece, il mezzo tight spezzato blu della Sartoria Rossi di Milano, un classico di intramontabile eleganza.

Tutto si è svolto alla perfezione grazie all’occhio attento di Federico: è stato davvero tutto un sogno che, purtroppo, non vivi a pieno perché tutto scorre davvero troppo in fretta!

Un’esperienza magica che tra preparativi e cerimonia è durato un anno: un anno di scelte, di emozioni, di divertimento, un anno che non dimenticherò mai, è davvero il giorno più bello della mia vita.

Credits

Location: Villa Lagorio – Celle Ligure
Abito da Sposa: Atelier Couture Hayez di Milano
Abito da Sposo: Sartoria Rossi di Milano
Fotografo: Gabriele Lupo
Wedding Planner: Federico Silvestri

Se anche voi, come loro, vi siete già sposati, oppure siete in procinto di convolare a nozze e volete raccontarci la vostra storia, scriveteci a redazione@panoramasposi.it, saremo felici di pubblicare i vostri racconti e le vostre foto.

Elisa Cornelli

Senior fashion editor

elisa.cornelli@panoramasposi.it

1 Comment

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: