Location matrimoni low cost, fra sogni e strategie

Qual è il grado di separazione fra voi, il vostro matrimonio e la location dei vostri sogni?

Neanche a dirlo, il budget.

Che sia un’elegante villa del Settencento o un castello misterioso, sembra che tutte siano belle, romantiche, e… inaccessibili. E voi, miei cari futuri sposini, siete già sull’orlo di una crisi di nervi.

Niente paura.

Se siete confusi e spaventati, mettetevi pure comodi, preparate una buona tazza di thè e leggete fino in fondo questo articolo. Passo dopo passo, vi svelerò come conquistare la location dei propri sogni spuntandola sul prezzo o, in alternativa, come individuarne un’altra più conveniente e  potenzialmente affine alle vostre priorità e gusti.

E vedrete che alla fine, avrete le idee più chiare per affrontare con grinta questo primo passo verso il giorno più bello della vostra vita.

panoramica location matrimoni low cost
Location matrimoni low cost

Location matrimoni low cost, procediamo con ordine.

Prima ancora di iniziare una ricerca, dovete sapere cosa cercare.

Stabilire lo stile del matrimonio e un limite di spesa vi aiuterà senza dubbio a fare una prima scrematura fra ristoranti, hotel, cascine, ville, castelli e centri benessere (eh sì, anche quelli si sono lanciati in questo business!!).

Attenzione ai costi aggiuntivi

Badate bene che molte ville o castelli chiedono impietosamente il costo aggiuntivo dell’affitto per darvi l’esclusiva dell’evento.

Io, in questi casi, consiglio sempre di fuggire a gambe levate perché si tratta di cifre che molte volte  si aggirano sui duemila euro e, quindi, il concetto in sé fa a pugni con l’idea di risparmio.

Molti agriturismi o cascine, e anche qualche raro caso di villa, però, non chiedono questo costo aggiuntivo e, se gli ospiti superano un certo numero, danno pure l’esclusiva. Quindi non stancatevi mai di cercare e di visitare diverse tipologie di location matrimoni low cost, considerate le vostre priorità e agite di conseguenza.

La ricerca della location può diventare una divertente e proficua avventura, a patto che si resti freddi e lucidi.

Non credete alla favola dell’emozione che fa tremare le ginocchia quando troverete quella giusta.

Le vere emozioni, quelle forti e intense, le avrete probabilmente solo il giorno delle vostre nozze, quando vedrete la location abbellita e allestita di tutto punto. Il resto è solo suggestione, frutto di entusiasmo, il vostro, e strategie di marketing, le loro.

location mare

Dalle foto sui siti web tutto sembra romantico e perfetto, non è vero?

Bè, vi svelo un segreto: la location perfetta in assoluto non esiste. Nessuna lo è.

Credetemi, anche quelle che mostrano con orgoglio,sul loro sito, foto di sposini felici sotto una pioggia di fuochi d’artificio e mirabolanti wedding cake, hanno qualche difettuccio nascosto.

E il vostro compito sarà proprio quello di scoprirlo, per contrattare sul prezzo.

Studiate bene, quindi, le location matrimoni low cost selezionate, evidenziatene  i punti di forza e i punti deboli e preparatevi lucidamente al primo incontro con il gestore.

Regole da seguire per la scelta della vostra location matrimoni low cost

Sarà determinante il vostro atteggiamento e il rispetto di alcune regole di negoziazione.

Prima regola: non siate mai troppo entusiasti e non mostrate troppo interesse. Lasciate che sia il gestore a parlare e intercettate le sue aspettative. Esternate pochissimo le vostre emozioni e fate, piuttosto, tante domande per capire come lì si svolge un matrimonio-tipo e come vengono trattati gli imprevisti.

Badate bene che una location non deve essere perfetta in assoluto, ma perfetta e funzionale per le vostre esigenze.

Se ad esempio, la vostra priorità è una festa danzante all’aperto, verificate che ci sia, oltre ad uno spazio adeguato, anche la filodiffusione e la possibilità di portare la corrente elettrica all’esterno.

Se non è così, allora, potrà essere pure una location elegantissima, ma non è funzionale alle vostre priorità. Quindi, prima di prendere una decisione, valutate quali sono le vostre priorità e i vostri interessi. E non quelli del gestore.

A sentir loro, tutto si può fare e come lo fanno loro, nessuno mai. A patto che si paghi un certo prezzo, quasi sempre inaccessibile ai più, ovviamente.

Seconda regola: non date per scontato tutto quello che vi dicono, non fatevi bastare le parole, ma chiedete i fatti. In una sola parola, siate svegli e non romantici e sprovveduti fidanzatini alle prime armi.

Non abbiate paura e non temete di perdervi l’occasione della vostra vita. La scelta della location è indubbiamente un passo importante per il vostro matrimonio, ma non è la scelta per antonomasia, quella definitiva che domina su tutto.

Un matrimonio ben riuscito, in realtà, è il frutto di un insieme di variabili che come un mosaico saggiamente composto ne rendono l’atmosfera indimenticabile.

sposi felici

Terza regola: trasformate il pugno di ferro in guanto di velluto.

Quando si toccherà la nota dolente del prezzo, siate voi a fare il primo passo.

Può sembrare strano, ma se sarete i primi a dire quanto vorreste spendere, avrete più chance di ottenere qualche risultato. Proponete una cifra più bassa di quella che vorreste spendere. E il vostro interlocutore, probabilmente, ancorerà la sua controproposta non molto lontano dalla vostra cifra.

E alla proposta della controparte, chiedete sempre se i prezzi sono comprensivi di IVA e cosa comprende oltre alle voci food e beverage.

Alcuni gestori includono anche la stampa del menù o il tableau e perfino i centrotavola!

Valutate bene questi elementi perché vi aiuterebbero a tagliare importanti voci di spesa dal budget, rendendo accettabile un costo location un po’ più alto di quello che vi siete prefissati.

E se non sono compresi, chiedete cosa potrebbe essere incluso nel caso il numero di invitati dovesse aumentare. In poche parole, contrattate su tutto.

Quali siano le risposte, non esponetevi, ma prendete tempo per ragionarci su e proponete solo in un secondo momento una vostra eventuale controfferta.

In tal caso, non irrigiditevi nelle vostre posizioni e cercate di trovare un accordo a metà strada.

Provate a mettere sul piatto della contrattazione anche i vantaggi che il gestore stesso potrebbe avere di riflesso se l’accordo con voi dovesse andare a buon fine, (buona pubblicità, tanti invitati ecc).

E se l’accordo sul prezzo non si raggiunge?

Se la location che avete adocchiato è perfetta per le vostre esigenze, ma il gestore non si dimostra disponibile a tagliare sul prezzo, allora potreste essere voi a tagliare… sul menù.

Oltre alla possibilità di prevedere poche ma buone portate, prendete in considerazione anche i  ricevimenti alternativi, come l’ aperitivo rinforzato o il wedding-brunch, di gran moda e molto più dinamici del tradizionale pranzo al tavolo.

E se l’idea non vi esalta, allora chiedete al gestore la sua disponibilità a lasciarvi allestire alcuni angoli gourmet che, se inclusi nel menù, farebbero lievitare il costo complessivo.

Un esempio su tutti: la confettata fai da te. Alcune location chiedono intorno ai 300 euro circa; voi, con vasi e vassoi Ikea e confetti presi magari in qualche outlet dolciario – ottimi comunque, eh! – spendereste meno della metà.

Altri modi per risparmiare sulla location dei vostri sogni è anche quella di decidere di sposarvi durante la settimana o in periodi di bassa stagione. Alcune offrono sconti fino al 30% molto convenienti.

Ma in questo caso valutate bene se i vostri ospiti sarebbero disponibili per un matrimonio in piena settimana lavorativa o in periodi un po’ azzardati, tipo quello natalizio. Un matrimonio con tanti forfait è un matrimonio ad alto tasso di spreco di denaro, soprattutto se gli accordi prevedono un numero minimo di invitati.

 E se proprio quella location matrimoni è inarrivabile…

Se poi  non riuscite a spuntare un prezzo accessibile per il vostro portafogli in nessun modo, bè, allora, siate pronti a rinunciare a quella location matrimoni low cost e a cercare altrove.

Voi avete un budget da rispettare e il più delle volte l’alternativa c’è e può essere anche più entusiasmante. Non pensate che state rinunciando a qualcosa se non riuscite ad avere la location più blasonata, ma piuttosto che avete trovato una valida alternativa risparmiando un bel po’. E questa è un’arte.

Chiedetevi sempre, soprattutto in questo turbolento periodo di preparativi, qual è la differenza fra costo e valore?

Il valore lo date voi, il costo lo dà una cifra e nulla più.

Non permettete ai numeri di influenzare il vostro umore e il vostro atteggiamento. Siate positivi e creativi sempre.

E’ il vostro atteggiamento e il vostro modo di dare il valore alle cose a fare la differenza tra un evento noioso e un matrimonio indimenticabile per voi e i vostri invitati.

Perché in fin dei conti, scegliere la location del matrimonio è come scegliere un abito per un evento importante.

Il bello è bello, non si discute. Ma se costa troppo, si può sempre virare su qualcosa di simile e abbellirlo con gli accessori giusti. Allo stesso modo, se la location matrimoni low cost su cui avevate messo gli occhi, è davvero inaccessibile senza se e senza ma, allora perché non orientarvi su qualcosa di simile e abbellirlo con i dovuti allestimenti?

In fondo non è la villa del settecento o il castello, non è il prezzo, che faranno la differenza nel vostro matrimonio, ma l’evento in sé, l’atmosfera che riucirete a creare con gli allestimenti, il cibo, la musica e le sorprese per i vostri ospiti.

atmosfera wedding

Bisogna essere un po’ visionari e immaginare l’inimmaginabile.

Tende, drappeggi, archi, fiori, candele, specchi, nastri e fiocchi: servitevi di tutta la vostra creatività e entusiasmo e vedrete come può essere divertente e facile  trasformare una banale sala o giardinetto in un luogo magico senza svenarsi.

E così, una semplice sala può essere impreziosita da piccoli tavoli imperiali disposti ad arte e grandi candelabri come centrotavola oppure può trasformarsi in un giardino incantato semplicemente portando all’interno piante e alberelli in vaso.

sala e candelabri, location matrimoni low cost
location matrimoni low cost

E un semplice giardino può trasformarsi in una grande stanza a cielo aperto ornandone gli alberi con dei lampadari in cristallo vintage e portando fuori complementi di arredo della location stessa.

E non pensate che tutto questo costi un occhio della testa: date pure uno sguardo all’Ikea o a Jysk… troverete tante possibilità di decorazioni a prezzi abbordabilissimi. E i piccoli dettagli faranno la differenza.

E adesso la fatidica domanda: ne vale la pena?

Allestire di tutto punto una location che non ci ha colpito fino in fondo, impiegare tempo e energia per un risultato il cui effetto finale non sarà certo se non il giorno delle nozze, significa assumersi un rischio.

Ma secondo me il rapporto rischio/beneficio questa volta è a favore del secondo.

Immaginare e creare da soli lo stile del proprio matrimonio vi permetterà non solo di tagliare su una voce di spesa importante, ma anche di dare un imprinting personalissimo alla festa.

Perciò non abbattetevi, rimboccatevi le maniche e tenete d’occhio le pagine di Panorama Sposi. Presto vi mostrerò nel dettaglio come è facile, divertente e economico, creare il vostro stile con il fai da te e altri trucchetti, per rendere il vostro matrimonio unico e irripetibile.

Stefania Boemi

nozze Fai da te e decor

diy@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: