Viaggio di nozze sulle Dolomiti: Amore… ad alta quota!

Quanti di voi al mare, caldo e francamente un po’ sopravvalutato, preferiscono un viaggio di nozze tra le montagne?

Certo, non sarà egualmente tutto abbronzatura e cocktail sul bagnasciuga, ma le emozioni non mancheranno di certo.

E se questo non è “un viaggio”, ma “il viaggio”, ecco allora che l’idea di un viaggio di nozze sulle Dolomiti ci viene quasi spontanea.

Ideale per quelle coppie di neo sposi che vogliono tirare un respiro di sollievo dopo la frenesia dei preparativi del matrimonio, per chi preferisce un viaggio di ristoro tra le vette dolomitiche e non ama particolarmente il mare.

viaggio di nozze sulle Dolomiti
viaggio di nozze sulle Dolomiti

I colori dell’Enrosadira (lo spettacolo di luce del tramonto che “arrossisce” le vette), le bellissime passeggiate nel verde o tra le nevi, una enogastronomia d’eccellenza rendono la possibilità di compiere il viaggio di nozze sulle vette alpine italiane una eventualità romantica e suggestiva.

Dolomiti
Dolomiti

Soprattutto se avete pochi giorni a destinazione, è importante farsi una sorta di “cronoprogramma” del viaggio di nozze sulle Dolomiti, per non rischiare di rimanere catturati dal vortice di questi luoghi unici e straordinari.

Ecco allora che Panorama Sposi ti propone alcune delle destinazioni più belle, che potrai scegliere di raggiungere e collegare come preferisci.

Cortina d'Ampezzo
Cortina d’Ampezzo

Viaggio di nozze sulle Dolomiti, le tappe

Madonna di Campiglio (Trentino)

Bella località turistica dell’Adamello, che fa parte del comune di Pinzolo, Madonna di Campiglio è una delle mete più rinomate soprattutto per il “jet-set”, che qui può contare su tantissimi hotel di lusso, attrazioni e impianti di risalita in funzione pressoché tutto l’anno.

Questa cittadina, amata anche dalla Principessa Sissi, vi accoglie con il Sentiero dei Cinque Laghi, oppure con una romantica passeggiata lungo le Cascate Vallesinella, nel pieno dei boschi, da accompagnare a una immancabile seduta di shopping in centro.

Non vorrete mica deludere la vostra dolce metà in viaggio di nozze?!

Cortina d’Ampezzo (Veneto)

Conosciuta come la Regina delle Dolomiti, Cortina è la meta degli sport invernali per eccellenza, avendo già ospitato le Olimpiadi e diversi campionati mondiali di sci.

Al di là dell’attività sportiva, è una cittadina che offre tanti e suggestivi percorsi nella natura, in ogni stagione, e nella quale i romantici, i buongustai e gli amanti dell’artigianato troveranno di che saziarsi, con tante idee e curiosità da scoprire, sia in centro che nelle zone circostanti.

Imperdibile il vicino Lago di Misurina, con il suo microclima favoloso, adatto soprattutto per chi ha problemi respiratori, e i panorami sulle vette vicine, che superano abbondantemente i 3.000 metri d’altezza.

Lago di Carezza (Alto Adige)

Chiamato anche “Lago dell’Arcobaleno”, il Lago di Carezza si trova vicino a Nova Levante, a una ventina di chilometri di distanza da Bolzano.

La leggenda vuole che uno stregone, innamorato di una fanciulla, provò ad attirarla facendo comparire un arcobaleno sul lago e, quando questa lo rifiutò ancora una volta, egli spezzò l’arcobaleno che, ricadendo nell’acqua, “colorò” il lago di mille sfumature, le stesse che i fortunati viaggiatori vi possono ammirare.

Questo piccolissimo specchio d’acqua, con le sue sfumature verdi-azzurre, è un romantico gioiello dolomitico, e sarà il panorama perfetto per il vostro primo viaggio insieme.

Luna di miele lungo la Südtiroler Weinstraße

Per quelle coppie che preferiscono non rinunciare al gusto e ad un buon calice di vino per brindare alla nuova vita insieme, un viaggio di nozze che faccia tappa lungo la SüdtirolerWeinstraße è un’emozione che vale la pena vivere!

Un viaggio tra i sapori autentici della migliore selezione enologica italiana, anche se con un “accento” più tendente al tedesco, tra bollicine di Pinot, Chardonnay e Traminer per rendere le vostre notti magiche.

Le produzioni della Südtiroler Weinstraße sono caratterizzate, principalmente da vitigni bianchi, come il Pinot (Bianco e Grigio), lo Chardonnay, il Gewurztraminer, il Sauvignon, il Müller-Thurgau, il Moscato Giallo, il Riesling (normale e Italico), il Silvaner, il Kerner e il Veltliner.

Non mancano anche tra i vitigni rossi: la Schiava, il Lagrein, il Pinot Nero, il Cabernet Sauvignon, il Merlot, il Moscato e la Malvasia.

Non si può non accompagnare a uno di questi pregiati calici un buon tagliere di salumi, in particolare lo speck dell’Alto Adige IGP, presente in molte ricette tipiche.

Assolutamente da provare sono i canederli (o knodel) e le mezzelune di ricotta e spinaci anche dette schlutzkrapfen. Tra i dolci, gustosissimo lo strudel, una pasta dolce ripiena di mele, pinoli, uvetta e cannella.

La Strada del Vino dell’Alto Adige

La Strada del Vino dell’Alto Adige risale al 1964, per promuovere i vigneti dell’Alto Adige, che si estendono per oltre 5 mila ettari.

Oltre 4.200 sono quelli che ricadono lungo il percorso della Weinstrasse, che attraversa sedici località.

Questo goloso e avvincente itinerario parte da Nalles, percorre Bolzano, fino ad arrivare verso sud sulla via di Cortina, sulla Strada del Vino.

Le località che si trovano lungo questo percorso sono quattro e hanno aggiunto al loro toponimo proprio l’attributo “Strada del Vino” sono Caldaro, Cortaccia, Magré e Cortina.

Partendo proprio da Nalles, nel cuore dell’Alto Adige, si può iniziare questo delizioso viaggio, alla scoperta di un borgo, come quello di Castel del Cigno, con il suo maniero medievale che attualmente ospita una pregiata cantina vinicola.

Questa località a nord di Bolzano si contraddistingue per la coltivazione di Cabernet Sauvignon e Pinot.

In sedici chilometri si raggiunge il cuore di Bolzano, passando anche per Andriano e Settequerce.

La capitale altoatesina, di lingua italiana, nasce alla confluenza tra Talvera e Isarco, Bolzano è una vera sorpresa con i suoi monumenti, tra castelli e chiese che sono degni di una visita approfondita, per far sognare un amore da favola!

Attraversando le zone di Appiano e Pianizza, direzione sud, si arriva a Caldaro sulla Strada del Vino,in cui è possibile approfondire dubbi e curiosità enologiche al Museo provinciale del Vino, inaugurato nel 1955, che ripercorre passo passo la storia della produzione vinicola dell’Alto Adige.

Il lago di Caldaro, con la frazione di San Giuseppe al Lago, conduce a Termeno sulla Strada del Vino, dal quale deriva il nome tedescoTramin.

Da qui prende il nome il famosissimo il Gewürztraminer, o Traminer aromatico … un vino che non ha bisogno di troppe presentazioni.

Questo bellissimo itinerario nel gusto termina proprio a Cortina, sulla Strada del Vino, che è anche il percorso della Ciclabile dell’Oltradige, per scoprire vigneti, fiumi e panorami incantevoli, romanticamente, su due ruote.

PaesiOnLine

Viaggi di nozze

pol@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: