Il velo da sposa, tutte le possibilità dalle passerelle 2016

Dici sposa, dici velo. Certo, perchè nell’immaginario collettivo, dopo il vestito da sposa, l’accessorio che assolutamente non può mancare nel grande giorno è un romantico e lungo velo di tulle, che lo sposo può alzare, emozionato, una volta che la sua sposa è arrivata all’altare, per vederla in tutta la sua bellezza.

Vediamo insieme, allora, quali sono le varie tipologie di velo da sposa tra le quali scegliere… sicuramente troverete la vostra!

Lunghezze dei veli sposa
Lunghezze dei veli sposa

Partiamo dalla più corta e dalla più sbarazzina, da quella che, forse, non è neanche considerata un velo…la veletta! E’ il velo più corto di tutti, infatti può arrivare da sotto la fronte fino a sotto il mento, spesso realizzata in retina, negli ultimi tempi la si trova anche in tulle.

E’ l’ideale per un look vintage ma anche per essere quell’accessorio in più, elegante e raffinato, ma al tempo stesso sbarazzino e giovanile, per chi non vuole la scomodità di un velo lungo fino ai piedi. La si può arricchire con fiori, brillantini e nastri, oppure appuntarla con un semplice fermaglio.

Veletta collezione Cuture Hayez
Veletta collezione Cuture Hayez
Veletta lunga
Veletta lunga

Parlando di veli che siano veli, il più corto è quello definito a triangolo, per il taglio appunto dato alla stoffa, o a petalo. Questo velo che arriva giusto giusto alle spalle, è perfetto per quelle spose che vogliono essere comode ma non vogliono rinunciare a questo dettaglio così importante, stilisticamente si abbina ad abiti corti, dal taglio vintage e giovanile. Quest’anno Atelier Aimee ha sdoganato questo tipo di modello arricchendolo fino allo sfinimento, creando delle stupende opere d’arte.

Velo Sonia su modello Silvy
Velo Sonia su modello Silvy
Velo corto bordato Pronovias
Velo corto bordato Pronovias

Allungandoci ancora di un pochino troviamo il velo a scialle e il velo a mantiglia, solitamente lungo fino alla vita il primo e più lungo il secondo, si caratterizzano per una ricca bordatura di pizzo, che permette di essere appoggiata sulle spalle ed evitare così di dover indossare un copri spalle durante la funzione religiosa. La mantiglia, inoltre, va indossata appoggiata direttamente sul capo e tenuta ferma da un fermaglio decorato o da una semplice mollettina nascosta.

L’effetto di questi due veli inizia ad essere quello del vero e proprio velo da sposa, lungo ed importante. Il bordo in pizzo, inoltre, dona un aspetto decisamente elegante a tutto il look della sposa.

Velo Mantiglia Colet
Velo Mantiglia Colet
Alessandra Rinaudo 2016
Alessandra Rinaudo 2016

Passando per lunghezze variabili e più o meno lunghe, si arriva al modello più lungo in assoluto: il velo cattedrale (escludendo il royal, destinato alle spose reali che possono permettersi metri infiniti di velo). Per buona norma, però, si stabilisce che il velo cattedrale non deve superare la lunghezza dei 3 metri anche perchè, diciamocelo, sarà sicuramente bellissimo da vedere e dà modo di fare un sacco di foto d’effetto…ma che scomodità! C’è un limite anche al velo da sposa.

Questa tipologia è fortemente indicata per matrimonio improntati su uno stile elegante ed informale, magari con la cerimonia celebrata, appunto, in una Cattedrale o in una Chiesa dalle dimensioni e dalle decorazioni importanti.

Veli a cattedrale delle collezioni Pronovias e Inbal Dror
Veli a cattedrale delle collezioni Pronovias e Inbal Dror

Vorrei chiudere con suggerimenti alternativi al velo da sposa. Negli ultimi anni molti stilisti hanno scelto vie alternative per decorare le teste delle future spose, ripescando soluzioni dal passato e studiandone di nuove.

Molto molto vintage è la soluzione del velo anni ’20… avete presente il Grande Gatsby? Inutile dire che questo velo, molto bello e sempre riccamente decorato, si abbina ad abiti a tema, per la maggior parte aderenti o dritti, che ricordano i tempi che furono.

Modello Canela di Rosa Clarà
Modello Canela di Rosa Clarà

Infine, stupendamente romantici, i cappelli. Chi l’avrebbe detto, dopo l’orrore dei cappelli sposa anni ’70, che questo accessorio sarebbe tornato di moda? Ebbene si, in una veste eterea il cappello è in grado di essere un accessorio rustico, elegante, shabby e raffinato… tutto in uno, a seconda di come lo si indossa.

Cappello Pronovias
Cappello Pronovias
Le Spose di Stefano Bandaleone
Le Spose di Stefano Bandaleone

Che sia un lunghissimo velo o una corta veletta, un cappello o una mantiglia o ancora un cerchietto, un fiore, un fiocco… l’importante è scegliere quello che più vi fa sentire sposa, una bellissima sposa.

Elisa Cornelli

Senior fashion editor

elisa.cornelli@panoramasposi.it

No Comments Yet

Commenta

NEWSLETTER

Cliccando su ISCRIVITI autorizzi al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e dichiari di aver letto l'informativa privacy.

Vieni a trovarci anche su: