Abito da sposa a noleggio, ecco come funziona

Una vita sempre più frenetica da un lato; dall’altro la necessità di cercare, valutare e definire un sacco di dettagli, dalle bomboniere, ai fiori, alla make up artist per non dimenticare, ovviamente, l’abito da sposa.

Come conciliare questi due mondi apparentemente così lontani?

In questo articolo vedremo come funziona l’abito da sposa a noleggio per il matrimonio e in particolare due aziende che offrono questo tipo di servizio.

Indice

abito da sposa a noleggio, dressYouCan

Abito da sposa a noleggio, DressYouCan

DressYouCan, startup milanese, che ha già portato in Italia il fenomeno del bridal fashion renting, ovvero l’abito da sposa a noleggio, un trend molto in voga negli Stati Uniti, ha ora allargato il proprio servizio.

Se fino ad ora con DressYouCan Bridal era possibile noleggiare favolosi abiti firmati dagli stilisti più prestigiosi, sia classici, bianchi e vaporosi sia fuori dagli schemi, divertenti e moderni, da oggi il progetto si amplia grazie all’innovativa idea di “Yes I do”.

Sarà, infatti, possibile trovare in un unico spazio tutti i professionisti di cui hanno bisogno le future spose per organizzare un matrimonio unico in ogni dettaglio, lasciando da parte lo stress che spesso precede il grande giorno.

Il progetto, presentato a Milano nella sede di DressYouCan Bridal, in corso di porta Ticinese, nasce dalla necessità di soddisfare un’esigenza che fino ad oggi non trovava espressione, quella trovare un abito da sposa di lusso a noleggio.

Non solo, le future spose potranno anche concentrare l’intera organizzazione dell’evento in unico luogo, un bisogno avvertito soprattutto dalle donne che lavorano fino a tardi e vivono in una grande città.

DressYouCan

Una scelta green

“Si sta diffondendo anche in Italia una nuova tendenza, quella del noleggio degli abiti da sposa – spiega Caterina Maestro, fondatrice di DressYouCan – a scegliere il fashion renting per il giorno del sì sono soprattutto donne che prestano particolare attenzione alle scelte consapevoli, che decidono di non acquistare un vestito che verrà indossato una sola volta nella vita.

Grazie al nostro servizio, inoltre, le spose possono ricevere l’abito sul luogo della cerimonia, in tutta comodità, con un processo semplice e veloce.

Con “Yes I do” vogliamo rendere ancor più facile la vita alle donne che stanno per fare il grande passo e offrire loro un’esperienza a 360 gradi”.

DressYouCan: i servizi offerti per le future spose

Le bride to be che si rivolgeranno al servizio “Yes I Do” troveranno negli spazi di DressYouCan, nel cuore di Milano e a due passi dalle Colonne di San Lorenzo, un wedding team pronto a soddisfare ogni loro esigenza e ad accontentare anche il più difficile desiderio.

Le bridal fashion renter aiuteranno la futura sposa a trovare il vestito bianco perfetto, attingendo da una vasta gamma di modelli a noleggio, che include anche abiti da sposa curvy.

DressYouCan

Completano l’infallibile squadra, scelta con cura e precisione dalla startup milanese, professionisti del settore quali:

  • il wedding photographer “Ordine della Giarrettiera”
  • il flower designer “Dahlia design”
  • gli esperti di bomboniere e stationary “TheLight Factory”
  • le insegnanti di wedding yoga dell’ACADance Marry Me”
  • la make up artist Fabienne Rea
  • una location da sogno, la Masseria San Nicola Savelletri di Brindisi.

Inoltre, per far vivere alla futura bride to be un’esperienza ancor più emozionale, potranno essere inseriti all’interno dell’appuntamento servizi personalizzati come, ad esempio, la consulenza d’immagine.

Gli spazi di DressYouCan Bridal potranno poi diventare il luogo perfetto per un divertente addio al nubilato, realizzato ad hoc secondo esigenze e gusti.

Abito da sposa a noleggio, Drexcode

Un altro servizio di abito da sposa a noleggio, ma anche vestiti firmati da mettere una sola volta per partecipare al matrimonio degli amici è quello di Drexcode.

Si tratta di una luxury web boutique italiana che consente di prendere gli abiti delle ultime collezioni firmati da top designers italiani e stranieri ad una percentuale del loro prezzo boutique.

Mai più, quindi, abiti indossati una sola volta e lasciati inutilizzati nell’armadio (come l’abito da sposa ad esempio), ma capi couture sempre nuovi per brillare ad ogni occasione speciale.

Possono essere noleggiati abiti firmati di qualsiasi tipo, anche per partecipare ai matrimoni di altri.

noleggio abito da sposa

A disposizione i modelli di punta della stagione in corso di famosi marchi del lusso, mostrati nei fashion show o sui red carpet come

  • Alberta Ferretti
  • Blumarine
  • Gianbattista Valli
  • Jean Paul Gaultier
  • Moschino
  • Nina Ricci
  • Vionnet
  • Vivienne Westwood
  • Vera Wang
  • Rocha
  • Antonio Berardi
  • Antonio Marras
  • Giles
DREXCODE_AntonioBerardi

Come funziona DrexCode

Che sia il proprio matrimonio, l’invito ad un evento speciale, o semplicemente il desiderio di indossare un capo esclusivo, all’ultima moda, è sufficiente su www.drexcode.com.

Una volta selezionato l’abito preferito e la data dell’evento, si verifica la vestibilità controllando le misure specifiche riportate su ogni singolo abito oppure si prenota la prova in anticipo (servizio “one day prova abito”, 24 ore in prova e poi reso al solo costo della spedizione, che verrà detratto dal conto finale).

Oppure si chiede la disponibilità di ricevere l’abito anche in una seconda taglia senza supplementi.

L’abito sarà recapitato in 24/48 ore, e si consiglia di richiedere la consegna due giorni prima dell’evento.

Per la restituzione, al quarto giorno di noleggio basterà una semplice telefonata al corriere che passerà per il ritiro.

Il tutto ad una frazione del prezzo boutique. 

Ogni abito ha una vita utile per il noleggio di 6 mesi (la stagione), dopo ogni utilizzo viene trattato da un servizio altamente specializzato di lavanderia e sartoria per essere sempre consegnato in condizioni perfette.

DREXCODE_JeanPaulGaultier

A fine stagione di utilizzo, Drexcode organizza la vendita a prezzi scontatissimi degli abiti e rinnova completamente l’offerta.

Da consumer a experiencer

Un business coerente con gli attuali trend di consumo che vedono le fasce più evolute della popolazione orientarsi sempre di più verso l’acquisto di esperienze indipendentemente dalla proprietà.

Non più “consumer” ma “experiencer” (una nuova categoria di consumatore del lusso mappata da BCG per Altagamma nel Gennaio 2014).

Gli economisti assicurano che non si tratta di una semplice moda, bensì di una nuova economia, così detta “sharing economy”, che va via via consolidandosi nel mondo. Di esempi di successo, in mercati diversi, ne esistono già molti (dal car sharing, ad Uber, ad airbnb…).

abito da sposa a noleggio

Negli Stati Uniti già 5 milioni di donne utilizzano il luxury fashion rent on line. 

Per i brands partner si tratta di una potente forma di marketing esperienzale che consente loro di conquistare nuove acquirenti: indossare l’abito nel contesto giusto, ricevendo i complimenti di tutti è il più efficace strumento di avvicinamento ad un brand.

Elisa Cornelli

Senior fashion editor

elisa.cornelli@panoramasposi.it

SEGUICI SUI SOCIAL: