Espadrillas da sposa

View Gallery 30 Photos

Espadrillas da sposa. Perché non andare all’altare con questo tipo di calzatura, adatta in particolare per una cerimonia sulla spiaggia o in un matrimonio boho chic.

Le espadrilles, o alpargatas come vengono chiamate in Spagna, nascono tra i pescatori della Spagna Occidentale e dei Paesi Baschi.

Qui circa due secoli fa, si intreccia lo “sparto”, una fibra naturale, per fame suole di agili calzature in tela.

Da allora le portano tutti, uomini, donne e bambini, contadini e operai, ma anche intellettuali come Salvador Dalì e lo scrittore Bioy Casares; e si trovano in una celebre icona, la foto del miliziano di Robert Capa.

Foto del miliziano di Robert Capa
Foto del miliziano di Robert Capa

Espadrillas da sposa, Castañer Bridal Collection

Castañer, lo storico marchio spagnolo di Espadrillas, ha ideato una vera e propria Bridal Collection non solo nel classico bianco, magari un po’ scontato, ma anche in magnifiche tonalità che vanno dal rosa al cipria, dal blu al beige.

Ogni scarpa è stata creata con fibre totalmente naturali. I modelli davvero creativi e uno diverso dall’altro, sono in totale ventuno.

Alle spose Castañer propone le classiche flat, con cui incedere sicure verso l’altare, le platform che dona l’allure di una regina e l’espadrille con tacco. (Le trovate tutte nella gallery sopra).

Tutti con un sapore diverso, ma trendy e contemporaneo anche per i matrimoni più tradizionali.

La storia di Castañer

La storia di Castañer risale alla nascita di Rafael Castañer, il primo creatore di espadrillas della famiglia, nel 1776.

Bisogna aspettare il 1927 perché l’azienda venga fondata ufficialmente col nome che ormai tutto il mondo conosce.

Da sette generazioni, i Castañer fabbricano espadrilles, ma lo “storico” incontro tra Isabel Castañer e il grande Yves Saint Laurent risale all’inizio degli anni ’70.

Espadrillas da sposa con tacco
Espadrillas da sposa con tacco

Durante un’esposizione annuale, il grande maestro conosce i coniugi Castañer, si innamora delle loro espadrilles ( che nel frattempo si sono rinnovare grazie all’uso del colore) e le trasforma in accessorio chic grazie all’aggiunta del tacco.

Così le espadrilles, le scarpe povere che piacciono agli intellettuali, si trovano a Parigi in passerella.

Proprio allora Isabel ha un’idea: trasformare un classico popolare in un fashion kult internazionale.

Da allora ad oggi di tempo ne è passato. E le espadrillas sono diventate una scarpa da sposa da portare a testa alta e con il giusto tono sbarazzino.

Clicca e scarica il LookBook

Panorama Sposi

Web magazine sul mondo del wedding. mail: info@panoramasposi.it

Vieni a trovarci anche su: